Udinese, vedi rosa o nero?

Udinese, vedi rosa o nero?

L’Udinese a Palermo per dare risposte convincenti. La formazione potrebbe essere stravolta: in attesa di Kuzmanovic anche Guilherme e Kone (sul mercato) scalpitano. Intanto ritiro annullato, ma se la squadra non rispondesse presente da lunedì tutti in punizione

Palermo è diventata un’altra tappa fondamentale per l’Udinese. La classifica è ancora volta all’arancione, con il Carpi a distanza di sicurezza, ma la partita del Barbera assume un duplice significato: oltre al risultato occorre la prestazione dopo i ko con Carpi e Juve che hanno minato la fiducia che la squadra di Colantuono si era meritata a dicembre. Lo ha chiesto espressamente anche Paròn Pozzo che ha cancellato il ritiro e ribadito completa fiducia a Colantuono come segnale di distensione.

Un nuovo crocevia, però è all’orizzonte, come a Bologna. La fiducia c’è, ma è anche vero  il presidente non ha lesinato critiche a caldo: “Sono rimasto deluso, è chiaro che il mister dovrà riflettere. Dovremo fare qualcosa perché la squadra non può comportarsi così. Stiamo intervenendo sul mercato, ma ci sono tanti giocatori che non giocano e avevano un nome“. Insomma, la pazienza dei tifosi e di Pozzo non è infinita: questa squadra deve ancora farsi voler bene, non bastano un paio di vittorie, quello che è successo con la Juve è inqualificabile per il semplice motivo che non c’è stata prestazione laddove le motivazioni dovevano venire da sé.

Serve una risposta dunque. In attesa di capire se Kuzmanovic è già pronto per scendere in campo è forse ora di dare spazio a quei giocatori tanto attesi e ancora non utilizzati. Subito il pensiero finisce su Guilherme, rimpianto per un girone e ora ancora ai margini in un centrocampo che stenta come non mai. Fernandes e Iturra non pervenuti nelle ultime gare al pari di Lodi aprono la corsa a una maglia. Ma il discorso vale anche per Kone finito ai margini dopo l’infortunio subito a Roma e dato sul mercato. Davanti Zapata scalpita, forse è ora di fare la staffetta al contrario: lui titolare, eventualmente il cambio quando lo richiede. In difesa Piris dovrebbe spostarsi a sinistra con Felipe al posto di Danilo e Wague a completare la retroguardia. Ma sarà l’atteggiamento a dover essere confortante.

Altrimenti da lunedì tutti in ritiro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy