Udinese verso la difesa a quattro, da decidere gli interpreti

Udinese verso la difesa a quattro, da decidere gli interpreti

L’Udinese che si appresta ad affrontare il Milan cambierà molto probabilmente faccia. La difesa in emergenza dovrebbe cambiare pelle tornando a quella a quattro, anche in virtù del tridente che sta studiando Inzaghi. Andrea Stramaccioni ha compreso che anche a Verona c’è stata qualche sbavatura dietro, per cui in questi giorni sta provando insistentemente il cosiddetto ‘albero di Natale’. Un modulo non nuovo, già sperimentato con successo prima della ‘fatal Parma’, modulo tra l’altro che potrebbe essere anche la basa per il futuro.
Inoltre Maurizio Domizzi si sta avviando verso il recupero, non è da escludere un suo impiego iniziale contro i rossoneri al fianco di Danilo, con Widmer e Gabriel Silva terzini. Ma sugli uomini c’è da attendere la rifinitura, visto che anche Piris è stato provato come terzino, e il paraguaiano quest’anno ha dimostrato di essere utile (e abile) in diversi ruoli. Meno convincente l’utilizzo di Bubnjic, provato come centrale a fianco di Danilo.
In mezzo al campo, davanti alla difesa il solito guerriero Giampiero Pinzi, affiancato dalle mezzali Allan e Guilherme. Anche davanti le scelte sembrano indirizzate verso Kone e Thereau come trequartisti e con Di Natale unica punta, ma anche in questo reparto attenzione a Gejio, provato dietro al capitano.

Assenti certi Wague ed Heurtaux in quanto infortunati, Bruno Fernandes è squalificato, mentre Lucas Evangelista è in via di guarigione, ma ancora non al top.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy