Verona-Udinese, a voi i numeri

Verona-Udinese, a voi i numeri

Commenta per primo!

Osservando la classifica, il match del Bentegodi di oggi pomeriggio tra Verona e Udinese teoricamente non ha molto da dire, in quanto si affrontano due squadre che hanno già raggiunto la salvezza e che quindi hanno poco da chiedere a questo finale di stagione.
E’ proprio per questo però che allo stesso tempo le emozioni non dovrebbero mancare, considerando che la sfida è pur sempre il derby del Triveneto e che entrambe le compagini non vorranno deludere i propri tifosi. Il Verona è squadra in salute, reduce da un buon pareggio ottenuto in casa della Sampdoria, match che ha visto ancora una volta protagonista l’eterno Luca Toni, mentre l’Udinese nonostante la sconfitta rimediata contro l’Inter al Friuli, arriva a questo impegno con maggior entusiasmo e autostima grazie alle due ottime partite disputate contro le milanesi.
Banco di prova interessante per la squadra di Stramaccioni chiamata a confermare quanto di buono fatto vedere nelle due ultime partite casalinghe, in cui ha ritrovato gioco, grinta e personalità da vendere. Nonostante qualche assenza di troppo in difesa, l’Udinese ha le qualità per tornare da Verona con un risultato positivo anche se non sarà certamente facile.
L’Udinese non ha mai vinto al Bentegodi contro l’Hellas in Serie A (ultimo successo in B nel 1994/95): in 12 precedenti, gli scaligeri hanno vinto 7 volte e pareggiato nelle restanti 5 occasioni. Risulta più equilibrato il bilancio delle gare disputate al Friuli: in 13 precedenti, l’Udinese ha ottenuto 6 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte.
Solo tre gol segnati dai bianconeri nelle ultime sei trasferte, mai più di uno a partita . Martedì scorso contro l’Inter, Totò Di Natale ha raggiunto Roberto Baggio a quota 205 gol in Serie A, un traguardo eccezionale per un campione di questo livello, entrato nella storia del calcio italiano.
Significativo il dato di Luca Toni che ha segnato 7 degli ultimi 10 gol casalinghi del Verona in Serie A. L’attaccante del Verona ha segnato 13 gol nel 2015: nessuno come lui in Serie A.
Toni ha segnato quattro gol in tre presenze contro l’Udinese giocate con la maglia del Verona: in gialloblu, a nessuna squadra ha segnato di più nel massimo campionato, un autentica bestia nera per i bianconeri.
E’ curioso che la partita di andata sia stata l’unica in Serie A in cui Lazaros Christodoulopoulos ha trovato sia assist che gol.
La squadra di Mandorlini ha 40 punti in classifica, 22 dei quali ottenuti tra le mura amiche e 18 in trasferta, al Bentegodi è uscita sconfitta in 6 occasioni, ha realizzato 23 reti e subite 26.
Dall’altra parte l’Udinese di Stramaccioni dei 38 punti in classifica, ne ha ottenuti 23 in casa e 15 lontano dal Friuli. Le reti realizzate dai bianconeri in trasferta sono state solamente 12, con 21 reti al passivo.
Tra i vari dati statistici è curioso osservare come il Verona abbia realizzato il 42% delle reti nell’ultima mezz’ora di gara (dal 16′ al 45′) e che allo stesso tempo abbia la maggiore percentuale di reti subite (24%) tra il 31′ e il 45′ del secondo tempo.
L’Udinese invece ha il maggior numero di reti all’attivo nella prima mezz’ora del secondo tempo (45%), mentre considerando i gol subiti la più alta percentuale la si ha tra il 16′ e il 30′ della ripresa.
E’ arrivato finalmente il momento per i bianconeri di battere l’Hellas al Bentegodi?
Ce lo auguriamo tutti, intanto godiamoci la sfida tra due attaccanti straordinari come Antonio Di Natale e Luca Toni, due bomber intramontabili che andrebbero clonati al più presto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy