Verre: Tanta voglia di mettermi in mostra

Verre: Tanta voglia di mettermi in mostra

Commenta per primo!

Valerio Verre si presenta ufficialmente, anche s in campo la sua presenza si è già fatta apprezzare sia dalla critica sia dal pubblico, cosa che non sempre avviene. A Introdurlo Cristiano Giaretta: “Siamo qui a presentare Valerio, lo abbiamo prelevato a titolo definitivo dalla Roma la scorsa estate. Reputiamo Verre uno dei talenti più importanti in Italia, il suo percorso di crescita è in continua evoluzione. Valerio ha richieste da tutta la B, ci stanno pressando anche in maniera importante, ma vogliamo che sia Colantuono a valutarlo. Decideremo in condivisione col ragazzo e il mister quale sia il percorso migliore. Ci interessa che giochi, ma che progredisca sempre” La parola al giocatore che si introduce così: “Le prime sensazioni sono buone, lavoro con giocatori forti che mi aiutano a migliorare. Perugia è stata un’esperienza positiva. Mi sto allenando al 100 per cento, se ci saranno poi altre cose da fare valuteremo il tutto più avanti” 2015-07-23 12.32.50A Udine la concorrenza è notevole. Come convincere Colantuono? “Tanta voglia di mettermi in mostra, di giocarmi le carte, poi starà al mister scegliere se mandarmi in campo e alla società di tenermi o meno” Eri uno dei migliori del vivaio romanista. Che ricordi? “Ho cominciato con la Romulea, poi mi ha preso la Roma con cui ho fatto il settore giovanile: Florenzi ha giocato con me, spero che ne escano altri, compreso me. Devo ringraziare a Roma per avermi fatto diventare quello che sono, ora voglio migliorare con l’Udinese” Quali le tue caratteristiche e qual è il tuo punto di forza? “Gioco in un centrocampo a tre come mezzala, oppure come mediano davanti alla difesa, poi dipende dl mister. Il punto di forza? Chiedetelo al direttore!” Stramaccioni cosa ti ha detto? “A dire il vero non l’ho sentito, ma mi dispiace per come è andata: è un grande allenatore sono certo che farà bene in altre stagioni” I paragoni con grandi giocatori pesano? “Essere paragonati a campioni fa piacere, diventare come Marchisio sarebbe il top, ma sono giovane e sto solo cercando di imparare da loro” Quali giocatori ti stanno inserendo? “Sono bravi i compagni, mi hanno aiutato tutti a inserirmi” Tanti stranieri pesano in squadra? “Se uno è bravo deve giocare a prescindere che sia straniero e meno, l’importante è il bene della squadra”  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy