Inter-Udinese: le pagelle

Inter-Udinese: le pagelle

Primo tempo “grigio” per i friulani, che dopo l’intervallo si riscattano alla grande. Lasagna e Barak tra i migliori in campo

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

BIZZARRI 7 Primo tempo difficilissimo da gestire con l’Inter costantemente riversata nella metà campo bianconera. Sulla rete di Icardi è incolpevole. Nella ripresa, è autore di alcune parate prodigiose.

STRYGER LARSEN 7 Prima frazione di gara complicata per il danese che fatica a contenere Perisic. Dopo l’intervallo ritrova grinta e coraggio, risultando prezioso sia in fase di copertura che di spinta.

DANILO 7 Giornata di straordinari per il brasiliano, in marcatura su bomber Icardi. Eppure con il passare dei minuti, Maurito si è spento, mentre il numero 5 bianconero si è esaltato.

NUYTINCK 7 Inizio di gara da dimenticare per l’olandese che cresce con il passare dei minuti. Nella ripresa, diventa l’uomo-difesa dell’Udinese.

WIDMER 7 Inizio “timido” anche per lo svizzero, che però reagisce con forza nella ripresa. Protagonista nell’azione che ha portato all’assegnazione del calcio di rigore al quarto d’ora del secondo tempo.

BARAK 7,5 Nei primi 45 minuti fatica a trovare la posizione in campo, ma poi emerge alla grande. E ancora una volta ci mette lo zampino quando serve: quarta marcatura stagionale. Alla Scala del Calcio, contro la capolista. Chapeau.

FOFANA 5,5 Appare quasi spaesato sotto i riflettori di San Siro. Difficile interpretare quella conclusione pretenziosa al 40′ del primo tempo, con tutta l’Udinese riversata nell’area grande nerazzurra. E’ l’immagine di un pomeriggio che non va come dovrebbe.

(dal 28′ st BEHRAMI SV Bentornato guerriero)

JANKTO 7 Prima non convince, poi inizia a giocare, infine è autore del contropiede che porta all’1-3 dei friulani. Mezzo punto in più per incoraggiamento.

ADNAN 6 Perde Candreva in occasione della rete dell’1-1 di Icardi. Oddo lo richiama spesso e risponde positivamente alle sollecitazione, mostrando maggior attenzione nella ripresa.

DE PAUL 7 Trasforma un rigore pesantissimo, incurante dei 52mila del Meazza che lo stordiscono di fischi. Personalità da vendere, come quando serpeggia a centrocampo a risultato acquisito.

(dal 43′ st HALLFREDSSON SV Un po’ più di fisicità per tutelare il risultato)

LASAGNA 7 Aveva promesso di siglare un gol e ha mantenuto la parola al 15′: l’Inter si conferma uno dei suoi bersagli preferiti. In avvio di ripresa, è nuovamente pericoloso in due circostanze.

(dal 33′ st PERICA SV Quei centimetri in più per recuperare qualche pallone in avanti)

ALL. ODDO 8 Schiera a sorpresa due punte veloci come De Paul e Lasagna, scombinando inizialmente i piani di Spalletti. Mette in ginocchio la capolista con una squadra una spanna inferiore all’avversario. Se non è da maestro questo colpaccio…

INTER: Handanovic 6.5, D’Ambrosio 5.5, Skriniar 6, Miranda 6, Santon 5 (24′ st Karamoh 5), Borja Valero 5.5, Vecino 6.5 (33′ st Eder sv), Candreva 6.5, Perisic 6, Brozovic 6 (9′ st Gagliardini 6), Icardi 6.5. All. Spalletti 6.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy