Udinese: i voti degli altri

Udinese: i voti degli altri

I voti dei quotidiani locali e nazionali alla prova dell’Udinese

di Redazione

GAZZETTA

MUSSO 5 – Il primo gol non si prende, sul secondo appare eccessivamente sorpreso dalla puntata di Kean. Brutte anche alcune uscite alte su cui viene graziato.

TER AVEST 5,5 – Se la cava quando viene puntato a ridosso della linea di fondo, più in difficoltà quando lo attaccano sulla trequarti e si trova in mezzo a due avversari.

DE MAIO 5 – Prima sul centro destra, poi centro sinistra. Tanto lavoro da sbrigare e tante difficoltà, anche perchè non ha un punto di riferimento preciso da seguire.

EKONG 5 – Il cross che stappa la partita è perfetto, ma lui non è abbastanza rapido a correre verso la porta riducendo l’angolo a disposizione di Alex Sandro.

NUYTINCK 5,5 – Ci mette testa e fisico per risolvere un paio di mischie in area prima dell’infortunio. Però non stringe abbastanza sul cross di Alex Sandro per l’1-0.

ZEEGELAAR 5 – Asfaltato senza pietà nella prima mezz’ora. Prova ad allungare sulla fascia, ma non trova lo spunto. E nella ripresa torna a soffrire la vivacità di Spinazzola.

LARSEN 5,5 – La netta inferiorità della sua squadra lo costringere a rincorrere più che a correre. Il fallo di mani nell’area della Juve racconta il senso di impotenza.

WILMOT 4 IL PEGGIORE – Piazzato davanti alla difesa per schermare il gioco della Juve e dare una mano sugli inserimenti delle mezzali, rimedia una brutta figura e non è tutta colpa sua. Però avvia l’1-0 con un passaggio sbagliato e fa tanti errori. Ha 19 anni e una intera carriera per dimenticare questa notte.

FOFANA 4,5 – La ricerca della condizione passa attraverso prove negative. Quella di ieri lo è sotto tutti i punti di vista, come dimostra il regalo per il 2-0 di Kean.

DE PAUL 5,5 – Condizionato dall’atteggiamento remissivo della squadra, non riesce a pungere e nemmeno a legare il gioco da mezzala. Bello il lancio per il gol di Lasagna.

PUSSETTO 5 – Il segno più evidente lo lascia sullo stinco di Alex Sandro: giallo inevitabile. Non ha mai la palla per scappare in velocità e nemmeno la cerca troppo.

OPOKU 4 – Impatto pessimo. Non è facile entrare a freddo, ma viene saltato da Kean sul raddoppio, sull’azione che genera il rigore e in altre situazioni. Pure ammonito.

SANDRO 6 – Entra a partita finita, ma quei minuti a lui servono molto per trovare la forma. Sa sempre dove stare e svolge dignitosamente i compiti davanti alla difesa.

LASAGNA 6  IL MIGLIORE – Il gol è bellissimo ed è anche l’unico lampo dell’Udinese. Azione classica di Kevin: spazi larghi, progressione prepotente e conclusione secca e precisa. Vale la sufficienza alla fine di un secondo tempo vissuto proprio nell’attesa di un lancio come quello fatto da De Paul.

NICOLA 4 – Che senso ha giocarsela così? Rasserenata dalla vittoria sul Bologna e motivata dalla particolare formazione della Juve, l’Udinese avrebbe dovuto dimostrare coraggio e intraprendenza. E invece si è portata il nemico in casa fin dal via. Atteggiamento remissivo e controproducente.

MESSAGGERO VENETO

MUSSO 5,5 – Kean gli prende il tempo calciando di punta, ma lui fa una brutta figura prendendo gol sul primo palo.

DE MAIO 5 –

FOFANA 4 – Stesso errore di Wilmot (passaggio in orizzontale) con l’aggravante che lui è un centrocampista e ha 68 partite in serie A. Pessimo atteggiamento: sembrava fosse sceso in campo per fare un piacere.

EKONG 5 – Tagliato fuori dal cross di Alex Sandro.

NUYTINCK 5,5 – Un problema al polpaccio lo mette fuori causa dopo 25′.

TER AVEST 5 – Passivo sul passaggio debole di Wilmot da cui nasce l’1-0. Troppo tenero su Alex Sandro.

LARSEN 5 – Partita di sofferenza per il danese.

WILMOT 4,5 – Esordio in serie A da dimenticare. Innesca l’azione del primo gol. Timido e fuori ruolo: sbaglia tutto.

ZEEGELAAR 5 – Manda subito segnali negativi facendosi battere in velocità da Barzagli.

PUSSETTO 5 – Un paio di torri di testa, due tentativi isolati subito smorzati sul nascere.

DE PAUL 5 – Serataccia. Trova il lancio per Lasagna a partita finita.

OPOKU 4 – Ingenuità colossale sul rigore. Dorme sul gol di Matuidi E prima aveva preso il giallo che gli costerà la squalifica.

LASAGNA 6 – Un gol dei suoi con un bel diagonale. Ma a partita finita.

SANDRO 5,5 – Mezz’ora per allenarsi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy