Udinese: I voti dei quotidiani locali

Udinese: I voti dei quotidiani locali

Commenta per primo!

I voti dei quotidiani locali all’Udinese dopo la vittoria sul Bologna.

IL GAZZETTINO

KARNEZIS 6 – Una papera, l’errato disimpegno con i piedi nel secondo tempo, ma anche l’immediato intervento a negare il gol a Brienza pochi secondi dopo. Per il resto normale amministrazione. WGUÉ 6,5 – Il migliore della difesa per tempismo, per l’abilità nelle chiusure e nel gioco aereo. Oltretutto fa valere la sua fisicità. In costante crescita.

DANILO 6,5 – Autoritario, sempre attento, sempre presente, poche sbavature.
PIRISI 6 – Si nota soprattutto per qualche calcio di troppo.
ADNAN 5,5 – A volte ha litigato con il pallone, insomma il solito Ali Adnan, volenteroso, abile nel cross, meno in chiusura e nel fraseggio.

(34′ st Pasquale sv)
EDENÍLSON 5,5 – Sta attraversando un momento di involuzione.

Sovente arriva in ritardo sul pallone, anche se è giocatore di qualità e la tecnica lo aiuta.
ITURRA 5 – Un manovale, più che un gregario. Nel takel dovrebbe farsi rispettare visto che per lui la qualità è un optional, ma nell’occasione del gol del Bologna si è fatto superare fa Rizzo con incredibile facilità. No, non ci siamo proprio.

(1′ ST) LODI 6 – Gli manca il ritmo, e si è visto, ma la tecnica nel calcio fa sempre bene e il regista di Napoli ne è una dimostrazione. Bravo in alcuni disimpegni sulla fasce).
BADU 7 – Il più bravo di tutti. Le sue proiezioni in verticale hanno messo alle corde il sistema difensivo del Bologna. Non solo ha segnato il primo gol, ma ha propiziato anche il secondo. Non si è concesso un attimo di pausa.

MARQUINHO 6 – A corrente alternata come era in parte previsto. Ma è un mestierante e si è visto.
ZAPATA 6 – La sufficienza piena la merita per avere segnato un gol, per il resto si è visto poco, soprattutto si è mosso poco, raramente si è visto in difesa a dar man forte alla squadra. Meno bravo rispetto alle precedenti gare.

THÉRÉAU 5 – Ha tradito la fiducia di Colantuono. Si è visto pochissimo e quei pochi palloni che ha giocato li ha sbagliati quasi tutti. È la brutta copia del Thereau di un anno fa per cui anche chi stravede per lui si è visto costretto ad arrendersi all’evidenza e a sostituirlo con Di Natale.

(14′ st) DI NATALE 6,5 – È un inno alla tecnica. Ha toccato si e no cinque palloni, ma il passaggio smarcante a Badu in occasione del gol di Zapata lo promuove a pieni voti. In attesa di ritrovare il gol si è messo al servizio del collettivo.

ALL.: COLANTUONO 6,5 – Il risultato gli dà ragione per alcune scelte, di certo ha avuto il merito di correre ai ripari durante l’intervallo e a modificare la squadra anche tatticamente riproponendo il 3-5-2.

MESSAGGERO VENETO

6 KARNEZIS Impossibile intervenire sul cross basso di Rizzo che sul secondo palo pesca Mounier. Nella ripresa commette una corbelleria passando la palla a un avversario, annulla l’errore neutralizzanco Brienza con una parata di piede.
6 PIRIS In ritardo sull’azione del gol, ma in quelle condizioni il difensore è sempre penalizzato. Meglio nella ripresa quando da terzino destro passa a centrale di sinistra nella difesa a tre.
6,5 WAGUE Nel primo tempo è il migliore dell’Udinese. Sbriga un paio di situazioni delicate in area e interrompe un pericoloso contropiede. Giganteggia anche nella ripresa e a questo punto, se continua così, sarà difficile togliergli il posto.
6 DANILO Non sicuro e preciso come al solito nel primo tempo. Perde un velenoso pallone a metacampo che per sua fortuna il Bologna non sfrutta. Nel secondo tempo non concede niente nè a Destro nè a Mancosu. 5,5 ADNAN Nel primo tempo il Bologna affonda sempre dalla sua parte. Anche in occasione del gol non è immune da colpe anche se Badu non lo protegge come dovrebbe. Cresce un po’ nella ripresa, confeziona un cross per la testa di Zapata.
5 ITURRA La percentuale di errore nei passaggi, anche quelli più semplici, continua a essere troppo alta ma la cosa più grave è la facilità con la quale si fa saltare da Rizzo nell’azione da cui nasce il gol. Rispetto alle ultime gare riesce a non farsi ammonire e così sarà a disposizione per la prossima partita con il Genoa.
6,5 EDENILSON Primo tempo sottotono in un ruolo, quello di mezz’ala, al quale non è ancora abituato. Nella ripresa rimesso sulla fascia alza il livello della sua prestazione, però a livello fisico sembra mancargli qualcosa. Confeziona il lancio che vale il pareggio.
7,5 BADU Primo tempo insufficiente, soprattutto in fase di contenimento, ripresa da mattatore. E così è lui l’uomo copertina della seconda vittoria stagionale dell’Udinese. Rischia di mangiarsi l’1-1, ma poi rimedia, fondamentale il contributo per il 2-1 con l’uno due assieme a Di Natale che procura l’azione del gol di Zapata.
6,5 MARQUINHO Nel primo tempo è l’unico bianconero a calciare in porta. Non ha i 90’ nelle gambe e finisce stremato, ma ha il merito di spendere davvero tutte le energie che ha dentro. La sua presenza, assieme a quella di Lodi, alza il tasso tecnico del centrocampo.
7 ZAPATA Per lui parlano i numeri: tre gol in sei partite e non tutte intere. Prima di mettere in porta il pallone del successo si fa male e per non aggravare la situazione decide di calciare con lo scavetto. Basta e avanza per fare festa. Eppure ha margini di miglioramento enormi soprattutto nella costruzione del gioco.
5 THEREAU Troppo discontinuo. Non si riesce a capire come possa passare dal secondo tempo travolgente con il Milan alla prova anonima di ieri. Si rende utile solo in un’occasione quando carica il sinistro di Marquinho. Inevitabile il cambio con Di Natale.
6,5 LODI Non giocava da tre mesi e il fatto che sia riuscito a restare in campo per un tempo è già una grande notizia. Smista il pallone con buona precisione, prestazione confortante tenendo soprattutto conto di quanto potrà ancora migliorare dal punto di vista atletico.
7 DI NATALE Entra con la squadra in svantaggio e solo con la sua presenza cambia l’inerzia della partita. Alla fine della fiera è sempre lui a decidere le sorti dell’Udinese zittendo chi non lo ritiene più in grado di reggere certi ritmi. Per conferma andate a rivedervi l’assist no-look a Badu per l’azione che decide la partita. Bello al fischio finale l’abbraccio con Colantuono.
6 PASQUALE Per quello che aveva fatto vedere nel finale della gara con il Milan avrebbe meritato di giocare dall’inizio. Anche stavolta entra a gara in corso e fa meglio di Ali Adnan. Chissà che non sia con il Genoa l’occasione per la sua prima da titolare. (Foto Zimbio)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy