Udinese: I voti dei quotidiani locali

Udinese: I voti dei quotidiani locali

I voti dei quotidiani locali all’Udinese dopo il pareggio col sassuolo.

IL GAZZETTINO

KARNEZIS 6 – Poco lavoro, svolto con la consueta sicurezza. Meno bravo in alcuni rinvii di piede.
WAGUE 6 – Una roccia. Dalla sua parte è difficile passare, perché quando è in difficoltà fa valere la sua fisicità. Come difensore meriterebbe qualcosa di più, ma ieri poteva essere determinante in avanti, dove invece ha pasticciato.
DANILO 6.5 – Quasi impeccabile. Insuperabile nel gioco aereo, tempista sui traversoni bassi. Talvolta ha commesso qualche fallo di troppo e in un’occasione è stato anche ammonito.

FELIPE 6.5 – Continua a crescere e di questo passo nessuno gli toglierà più il posto in squadra. Tempista e bravo nell’anticipo, anche se ha iniziato con qualche sbavatura. È una delle poche note liete di casa bianconera, se si considera che quando due mesi fa è arrivato a Udine era reduce da una preparazione incompleta.
EDENILSON 6.5 – Bravino. Diligente, a tratti anche geniale. Ha riscattato le ultime esibizioni, non proprio esemplari. Si è mosso bene anche quando Colantuono, per far posto a Widmer, lo ha spostato sulla corsia di sinistra.
BADU 6 – Il solito generoso corridore. Ha sradicato palloni dai piedi dell’avversario, ma poi ne ha anche sciupati in buona parte. Tuttavia in questo momento è una sicurezza della squadra.

LODI 6.5 – Il regista appare in costante crescita. Ricama, recupera palloni, si comporta da leader, cerca la conclusione. I veri pericoli per Consigli sono scaturiti su azioni da corner eseguiti dal centrocampista bianconero, che ha dimostrato di poter reggere ormai per tutti i 90′.
BRUNO FERNANDES 6 – Resta croce e delizia. Si è dannato dal primo all’ultimo istante. All’inizio si è reso protagonista di alcuni spunti degni di un campione, ai quali hanno fatto seguito un paio di errori nel passaggio. Nel secondo tempo ci ha messo pure il cuore. Ha provato la soluzione da lontano, ma con risultati negativi. In ogni caso, l’Udinese ha bisogno come il pane dell’apporto del giovane centrocampista portoghese.

ADNAN 5 – L’esterno non convince. Corre molto, ma tatticamente non c’è ancora, per cui Colantuono lo richiama in panchina.
WIDMER 6 – È un atleta che ha gamba e con il suo innesto il Sassuolo ha scricchiolato lungo la corsia dove agiva lo svizzero. Per altro ingenuo al 25′ quando, da buona posizione, invece di calciare a rete, ha cercato un inutile passaggio a Perica, chiuso nella morsa Acerbi-Terranova.

THEREAU 5 – Chi l’ha visto? È incappato in una giornata davvero stonata.
DI NATALE 5.5 – Benino nel primo tempo per alcuni ricami d’autore. Da citare un numero d’alta scuola, quando ha crossato al centro da posizione impossibile, con il pallone respinto sulla linea. Poi ha presto esaurito il carburante e non ne ha più indovinata una.
PERICA 5 – Generoso, ma anche limitato tecnicamente, con un destro tutt’altro che vellutato.
L’ALLENATORE COLANTUONO 6 – Ha trasmesso lo spirito pugnandi ai suoi, ma di questi tempi è proprio il gioco che rappresenta un optional per l’Udinese.

MESSAGGERO VENETO

SV KARNEZIS Un brivido gli corre lungo la schiena quando si vede superato dal diagonale di Floro Flores che va a scheggiare il palo. Sarà l’unica conclusione verso la sua porta. Nel secondo tempo deve inginocchiarsi per bloccare una punizione centrale di Berardi. Domenica di assoluto “riposo” per lui.
6,5 WAGUE Nel primo tempo a gravitare nella sua zona c’è Floro Flores. Gli concede una conclusione pericolosa. Nella ripresa giganteggia contro Politano e va a cercare gloria in area avversari andando vicino al bersaglio grosso.
6,5 DANILO Sulle palle alte concede poco e niente a Defrel che finisce per essere quasi sempre anticipato dal brasiliano. Peccato solo per quell’ammonizione severa perchè per il resto la sua prestazione è stata molto precisa e puntuale.
7 FELIPE Come era accaduto domenica scorsa contro il Frosinone risulta il migliore in campo dell’Udinese. Pulito in chiusura, sicuro negli anticipi e anche il più bravo dei tre difensori a dare il via alla manovra bianconera. Non sbaglia un colpo Il ritorno in Friuli sembra averlo rivitalizzato.
6 EDENILSON In leggero progresso rispetto alle ultime prestazioni anche se continua a non puntare mai con la necessaria decisione il diretto avversario nell’uno contro uno. Passi per quando viene spostato a sinistra finendo sempre con l’accentrarsi per crossare con il piede “buono”, ma finchè rimane a destra dovrebbe cercare di più la linea di fondo. 6 BADU Nel primo tempo sembra preoccuparsi fin troppo di Duncan, nel secondo tempo, quando forse capisce che il diretto avversario non fa poi così paura, diventa più propositivo. Da una sua percussione centrale nasce una delle azioni più pericolose dell’Udinese.
6,5 LODI Primo tempo non all’altezza dei suoi mezzi, ripresa decisamente più convincente forse anche perchè Colantuono gli avanza la posizione di una ventina di metri. Da lì riesce a far viaggiare meglio il pallone e nel finale con un sinistro al volo manda il pallone a sfiorare il palo della porta di Consigli.
6 BRUNO FERNANDES Croce e delizia. Perchè ci mette lo zampino in gran parte delle azioni più ficcanti dell’Udinese. Però ha il torto di fallire una buona occasione andando troppo frettolosamente al tiro quando poteva benissimo avanzare qualche metro verso Consigli. Nella ripresa alza il livello della sua intensità di gioco che va un po’ a discapito della precisione.
5,5 ADNAN Pronti via e piazza due cross alla Cabrini, tanto per citare l’ospite che è passato di sfuggita ieri al Friuli. Falsa illusione. Da quel momento non risulta più preciso e dosa sempre male i traversoni fino al momento della sostituzione con Widmer. Sbaglia spesso i tempi di gioco.
5 THEREAU Arriva alla terza partita da titolare in otto giorni un po’ stanco. Avrebbe dovuto sfruttare meglio il cross di Adnan ma evidentemente il colpo di etsta non è il suo pezzo forte. In mischia non è abbastanza pronto a girare in porta la sponda di Perica.
5,5 DI NATALE Tiri in porta? Zero. E questo comincia a essere un problema. Dare la colpa a lui, però, ci sembra ingeneroso. La sua giocata migliore è l’assist con il quale manda in porta Fernandes. Non lo avremmo mai tolto: a Roma aveva riposato e nell’assalto finale avrebbe sempre potuto piazzare una zampata delle sue se ben assistito.
6 PERICA Con una progressione irresistibile si costruisce una occasione importante. Peccato che nessuno compagno segua l’azione e lui sia costretto a calciare da posizione defilata. Poi in mischia non trova il tocco risolutore.
5,5 WIDMER Il cambio meno fortunato dei tre. Da lui, visto che pur essendo giovane ha un consistente numero di presenze in serie A, ci si aspettava qualcosa di più. Non ci mette la necessaria cattiveria agonistica.
6 AGUIRRE Non gli capita mai l’occasione per cancellare l’errore con il Frosinone. Il quarto d’ora abbondante che gioca è però abbastanza confortante.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy