Udinese: I voti dei quotidiani locali

Udinese: I voti dei quotidiani locali

A seguire i voti dei quotidiani locali all’Udinese dopo la sconfitta col Parma

Il Gazzettino

KARNEZIS 7 Non riesce a evitare la sconfitta, ma l’allontana per almeno un’ora con un paio di parate sensazionali su Coda e Lodi. Si arrabbia molto con la propria difesa, distratta e molle, ma dimostra di essere un portiere di grande valore, ai vertici europei e per lui si aprono molte occasioni di mercato.
DANILO 6 Rientra dopo la squalifica, ma viene schierato a destra per l’assenza di Heurtaux, lasciando Wague Molla al centro di una improbabile difesa a tre. Sul piano individuale non sfigura, anzi, dimostra tutto il suo valore di difensore, ma in quella posizione decentrata non può organizzare la linea e il primo passaggio delle ripartenze.
WAGUE 5,5 Un po’ spaesato, prima dal confronto con le due punte del Parma senza alcun filtro dal centrocampo e poi, quando c’è da recuperare almeno il pareggio, va a fare il …difensore in attacco. L’intenzione era quella di sfruttare la sua abilità sui calci piazzati, ma il risultato è stato quello di regalare falli agli avversari e intasare un’area già affollata dalle tre punte bianconere. E’ stata la classica mossa della disperazione e del non gioco.
BUBNJC 6 E’ inserito in una difesa estemporanea e patisce la situazione, ma sa reagire bene, soprattutto sul piano fisico. Colpisce il palo in un’azione che poteva dare un vantaggio decisivo per il risultato finale. Viene sostituito nel secondo tempo per cambiare l’assetto tattico della squadra, ma forse poteva essere più utile in campo.
ALLAN 5,5 Sostituisce Bubnjc per dare maggiore nerbo a un centrocampo annichilito dagli avversari. Un compito improbo a cui si è dedicato con la consueta generosità e abnegazione. Costretto a portar palla e saltare l’uomo in mezzo al campo è stato inevitabile preda degli avversari.
WIDMER 6 Le sue percussioni sulla destra sono state le uniche cose buone e belle della partita bianconera. Poi deve arretrare nella linea dei quattro difensori.
BADU 5 Corre, ma senza meta e ragione. Contrasta, ma fallosamente. cerca di far giocare i compagni, ma sbaglia troppi passaggi.
GUILHERME 5 Forse il prossimo anno, con un’altra impostazione di squadra potrebbe essere una pedina fondamentale dell’Udinese. Oggi, purtroppo ne costituisce un punto di domanda e uno esclamativo insieme: Boh. Un po’ lento per le ripartenze classiche bianconere, un po’ fragile per ringhiare a centrocampo. Avrebbe anche idee di gioco, ma le vanifica perdendo spesso il tempo delle giocate efficaci.
PASQUALE 5,5 A suo merito il fatto di non aver commesso errori marchiani, a suo discapito la mancanza di iniziativa e quegli assurdi cross nel finale da metà campo.
FERNANDES 5 Non bastano una ottima apertura a Widmer e un tiro da fuori area (peraltro alto sopra la traversa) a riscattare una prestazione anonima, condita da imprecisioni e mancanza di personalità.
GEJO SV Entra per sperare nel colpo di fortuna.
AGUIRRE 5,5 Perché far fare brutta figura a un giovane promettente?
THEREAU 5 La giornata balorda della squadra si riflette anche su di lui.
DI NATALE 5,5 Ha poche responsabilità, se la squadra vuole aiutarlo a raggiungere Baggio deve cambiare tutto.

Messaggero Veneto

KARNEZIS 6,5 – Nel primo tempo è sua la parata più difficile sulla puntata rasoterra di Coda. Vola a deviare in corner la velenosa punizione di Lodi, impossibile intercettare il tiro-cross di Varela.
DANILO 5,5 – Gioca a destra, libero di impostare, ma le linee di passaggio sono poche. Si fa sfuggire Nocerino in velocità, poi lo recupera. Balla più del solito.
WAGUE 6 – Si prende una ammonizione a causa di un pallone malamente perso da Badu. Per il resto, uno dei pochi a salvarsi.
BUNJIC 5 – Suo il buco che permette a Coda di impensierire Karnezis. Sfortunato quando prende il palo, troppi lanci lunghi, imprecisi. Esce perchè Strama decide di passare alla difesa a 4.
WIDMER 5,5 – Imbeccato due volte da Di Natale, la prima volta mette in mezzo un paio di traversoni pericolosi sui quali non trova alcun compagno all’appuntamento.
BADU 4 – Vaga per il campo senza un ruolo preciso. In alcune occasioni risulta addirittura l’uomo più avanzato. Un mistero il motivo per cui rimane in campo per 90 minuti.
GUILHERME 5 – Con Pinzi squalificato, l’impostazione del gioco passa quasi tutta attraverso i suoi piedi. Poco ispirato e lento di pensiero.
PASQUALE 5 – Meno propositivo rispetto a Widmer. Uno dei due buchi di Bubnjic riesce a coprirlo lui. Nella ripresa scompare.
AGUIRRE 5 – Rispetto a Perica sfrutta meno l’occasione della maglia da titolare. Una ripartenza, qualche pallone di troppo perso, una conclusione a botta sicura respinta sulla linea. Troppo poco.
BRUNO FERNANDES 5,5 – Leggermente meglio rispetto ad Aguirre. Per una questione di centimetri un suo passaggio filtrante non raggiunge Totò. Due palloni illuminanti nella ripresa.
DI NATALE 5,5 – I tre servizi con il contagiri per Widmer sono le giocate più preziose. Non viene mai messo nelle condizioni di tirare. Anche lui deve dare di più.
ALLAN 5 – Non gioca dall’inizio e quando entra si capisce il perchè: è in condizioni fisiche deficitarie. Poco brillante, non salta mai l’uomo.
THEREAU 5 – Ti aspetti che il suo ingresso possa cambiare la partita, e invece.. idem come sopra. Nemmeno uno spunto degno di nota, forse la peggior prestazione in maglia bianconera.
GEIJO 5,5 – La carta della disperazione che serve a poco. Un paio di iniziative confusionarie.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy