Udinese: i voti dei quotidiani locali

Udinese: i voti dei quotidiani locali

A seguire i voti dei quotidiani locali all’Udinese dopo la prestazione contro l’Inter.

MESSAGGERO VENETO

6,5 KARNEZIS Nel primo tempo l’intervento più difficile è quello sulla girata improvvisa di Icardi mentre viene graziato due volte da Hernanes. Imparabile il sinistro a giro di Podolski.
6,5 WIDMER Per la quantità di chilometri che macina con la squadra ridotta in nove e per un paio di provvidenziali chiusure difensive quando la squadra è sbilanciata alla ricerca del pari.
6,5 DANILO Entra forse in maniera troppo energica su Kovacic, ma non aveva molte alternative. Si esalta nella battaglia e finisce quasi da attaccante aggiunto. Suo il cross per l’incornata di Kone.
5 DOMIZZI Non si può prendere un’ammonizione per un calcio d’angolo che non c’è e che poi viene invertito perchè poi può capitare di dover spendere un secondo giallo per un’entrata fuori tempo. Stavolta la foga ha avuto il sopravvento sull’esperienza.
6,5 PIRIS Si con ferma su buoni livelli e nel finale quando la squadra tenta l’impossibile è lui che rimane dietro a fare la guardia all’area di rigore. Un leone indomito.
7,5 ALLAN Idem come sopra. Nella battaglia si esalta e in più ci mette anche un pizzico di qualità. Suo l’assist per la rete del momentaneo pareggio e in un paio di assolo semina gli avversari.
6,5 PINZI Nel clima infuocato che si crea in campo non poteva mancare lui. A un certo punto parte in sovrapposizione sulla fascia come una vera e proprio ala. Rischia la seconda ammonizione per il fallo su Santon.
4,5 BADU Chissà come sarebbe finita se l’Udinese fosse rimasta in dieci. Lui commette una leggerezza imperdonabile insistendo nelle proteste anche se in effetti sul contropiede dell’Inter un avversario lo sgambetta. La sua gamba sarebbe tornata utile nella battaglia finale.
6 GUILHERME Un passettino indietro rispetto alla gara con il Milan anche perchè l’avversario era di un altro spessore. Però fino al cambio “tattico” si batte con impeto.
6 THEREAU Non sta benissimo, ma si sacrifica in un lavoro sfiancante che gli vale quasi inevitabilmente la sufficienza. Bravo quando riesce a tenere palla per far salire la squadra.
7 DI NATALE Il gol numero 205 che gli permette di agganciare Roberto Baggio nella classifica cannonieri di tutti i tempi arriva nel giorno di una sconfitta che però ha il sapore di una vittoria. Gli capita una sola palla buona e lui la mette in fondo al sacco. Giusto sostituirlo quando l’Udinese resta in nove. Giù il cappello davanti a questo campione che a Udine ha fatto la storia.
6 PASQUALE Quando Domizzi viene espulso Strama sceglie lui per continuare a giocare con la difesa a quattro. Esce nel finale per lasciare spazio a un attaccante.
6 KONE In inferiorità numerica serve uno come lui che prende palla e se ne va cercando di far salire la squadra.
SV PERICA Strama lo getta nella mischia alla ricerca del miracoloso pareggio.

IL GAZZETTINO

KARNEZIS 7 – Impeccabile il suo primo tempo, ma nulla ha potuto sul capolavoro di Podolski che ha deciso la contesa.
WIDMER 6 – Una buona gara nella duplice fase anche se sabato con il Milan aveva convinto maggiormente.
DANILO 6 – Il migliore della retroguardia per tempismo e gioco aereo. Rimane il dubbio sulla sua entrata su Kovacic all’inizio della ripresa che ha generato il penalty per l’Inter. Poi nel finale si è esaltato con un lancio di rara precisione a Perica, ma il croato non è stato fortunato nella conclusione per il possibile 2-2.
DOMIZZI 4 – Becca due gialli in 10′, la prima volta per un’inutile protesta, la seconda per un netto fallo su Hernanes che lo aveva superato. Non c’è altro da aggiungere nella sua gara.
PIRIS 6 – Dalla sua parte era difficile passare. Un autentico mastino, ne sa qualcosa Palacio.
ALLAN 7 – Infaticabile, ma la sua generosità è stata a volte a scapito della precisione. Sua la sgroppata di 40 metri con passaggio finale a Di Natale per il provvisorio 1-1. E’ stato sempre lui a suonare la carica nell’assalto finale. Il migliore dei bianconeri con Karnezis.
PINZI 5,5 – Meno lucido che in altre circostanze, più pasticcione e sovente ha dovuto ricorrere al fallo per impedire guai grossi.
BADU 4 – E’ stato colto da un raptus facendosi espellere quando l’Udinese stava in trincea per difendere l’1-1. Non ha attenuanti anche se poco prima è stato sgambettato senza che Rocchi fermasse il gioco.
GUILHERME 5 – Qualche buona giocata, qualche buon recupero, ma una gara senza personalità, come spesso gli è successo in questo campionato. Poi con l’Udinese in 10 è stato richiamato in panchina.
41′ p.t. PASQUALE 6 – Meglio in fase difensiva che negli affondo e quando ha provato a concludere ha steccato di brutto.
41′ s.t. PERICA S.V.
THEREAU 5,5 – Non sta attraversando un momento dei più felici. Raramente è entrato nel vivo del gioco, ma è stato encomiabile per come ha lottato su ogni pallone.
DI NATALE 6,5 – Fantastico. E’ come Re Mida, tramuta in oro quello che tocca e il suo gol è un capolavoro con cui agguanta in sesta posizione nella classifica dei migliori bomber Roberto Baggio a quota 205. In questa classifica è preceduto solo dai grandissimi Piola, Totti, Nordhal, Meazza e Altafini.
16′ s.t. KONE 6 – Tanta corsa, qualche buon spunto, ma onestamente non poteva fare di più con la squadra sovente chiusa nella propria metà campo.

STRAMACCIONI 6,5 – Pur in 9 la sua Udinese non molla mai, segno evidente che i bianconeri stanno con lui.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy