Udinese: i voti dei quotidiani locali

Udinese: i voti dei quotidiani locali

I voti dei quotidiani locali all’Udinese sconfitta con la Roma.

MESSAGGERO VENETO

7 KARNEZIS Grandi riflessi sulla punizione di Totti, respinge il sinistro di Ibarbo devia sul palo il tocco di Nainggolan.
4 WIDMER Quando parte nello spazio in difficoltà Holebas. Cross al bacio per Perica, ma dov’era sul gol di Nainggolan? Poi il clamoroso liscio del 2-1.
5 HEURTAUX Titolare dopo un mese e mezzo. Parte bene, finisce male. Salta a vuoto sul cross del raddoppio giallorosso. Ammonito, sarà squalificato.
6 DANILO Totti è un falso centravanti e lui non lo segue sempre preferendo presidiare l’area. Devia sulla traversa il sinistro di Holebas.
6 PIRIS Iturbe non lo impensierisce, soffre molto di più la fisicità di Ibarbo. Ma non molla mai.
5 ALLAN Corre per due e questo va a scapito della lucidità. Infatti dosa male l’assist per Thereau, ma soprattutto si mangia l’1-2 solo davanti a De Sanctis.
6 GUILHERME Il lancio di sinistro per Widmer nell’azione più bella dell’Udinese è con il contagiri. Centra l’incrocio su punizione. Il 4-4-2 lo aiuta.
6 PINZI Se Guilherme è uomo di costruzione, lui lo è di rottura. Svolge il compito con attenzione e senza ricorrere alle maniere forti.
6 BADU Ha il compito di aiutare Piris e di respingere le avanzate di Torosidis. Operazione riuscita.
6 PERICA Opportunista con il tap-in vincente sulla respinta di De Sanctis, ma si mangia il 2-0 con un colpo di testa da ottima posizione.
6,5 THEREAU Approfitta della dormita di Manolas e propizia lo 0-1. Murato da De Sanctis a inizio ripresa. C’è in tutte le azioni più pericolose.
5,5 KONE Prende il posto di Perica. Ha altre caratteristiche ma non riesce a metterle a disposizione della squadra. 5,5 FERNANDES Si piazza largo a destra. Non si mette troppo in evidenza.
SV GEIJO L’ultima carta di Stramaccioni.

IL GAZZETTINO

KARNEZIS 7 – Ben presto ha dato sicurezza a tutta la squadra respingendo da campione la punizione da 20 metri di Totti. Bravo anche sul tiro ravvicinato di Ibarbo.

WIDMER 5 – La sua corsa è tornata ad essere fluida, ma ha sbagliato clamorosamente sul gol vittoria della Roma. Ancora una volta ingenuo. E in difesa stenta ancora.

HEURTAUX 5 – Al rientro nell’11 tipo dopo due mesi. Non male nel primo tempo, come tutti del resto, ma ha clamorosamente saltato a vuoto in occasione della seconda rete della Roma.

DANILO 6,5 – Nel mezzo della difesa è parso un gladiatore. Mai è stato messo in seria difficoltà nel primo tempo, mentre nella ripresa di tanto in tanto ha commesso qualche pasticcio.

PIRIS 5,5 – Sulle palle basse si è fatto rispettare. Disattento nella prima parte del primo tempo sul lancio lungo di Iturbe che poi ha steso mentre stava entrando in area.

ALLAN 5,5 – Generoso come sempre. Tempista. ha recuperato palloni a Iosa, ma il suo piede rimane un po’ ruvido e nel finale del primo tempo, sbagliando un assist facile facile, lo ha dimostrato una volta di più. Nella ripresa ha vanificato il contropiede che avrebbe messo ko la Roma.

PINZI 6 – E’ stato il primo ad andare in trincea con fucile ed elmetto. Ha lottato con tutte le sue forze, di certo la sua esperienza sovente lo ha sorretto anche se le cadenze sono quelle che sono. Ma non si può pretendere tutto dal mastino per il quale la sfida di ieri aveva l’inconfondibile sapore del derby. E’ stato sostituito in particolare perchè aveva esaurito il carburante.

FERNANDES 5,5 – Non ha inciso, ma è entrato in un momento in cui c’era da correre e da combattere piuttosto che giocare di fioretto.

BADU 6,5 – Sovente ha agito da terzino sinistro, cercando di raddoppiare su Iturbe. Generoso come sempre e come sempre.. non sempre lucido. Ma la sua prestazione è stata sicuramente valida, anche dal punto di vista tattico.

GUILHERME 6 – Un po’ croce, un po’ delizia. Sicuramente dopo un avvio così così, si è segnalato per alcune giocate e la sua punizione al 47′ avrebbe meritato maggiore fortuna. GEIJO S.V.

THEREAU 6 – Bravo e furbo ad impossessarsi del pallone che stava gestendo Manolas. Avrebbe meritato lui il gol, ma De Sanctis è stato abile a sventare la minaccia sul tiro ravvicinato del francese, ma nulla ha potuto sulla deviazione di Perica che ha raccolto la sua respinta. Nel secondo tempo, di tanto in tanto, ha rifiatato.

PERICA 6 – Il primo gol in bianconero. Ma quel che più conta è stato il miglior Perica rispetto alle sue precedenti (sbiadite) prestazioni. Ma doveva concretizzare il cross di Widmer nel primo tempo. Invece ha colpito goffamente di testa salvando la Roma. Poi è finito nel pallone ed è stato rimpiazzato.

KONE S.V. – Ha corso spesso a vuoto.

STRAMACCIONI 6 – Ha messo bene in campo la squadra, l’ha ricaricata mentalmente.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy