Udinese: I voti dei quotidiani nazionali e locali

Udinese: I voti dei quotidiani nazionali e locali

I voti dei quotidiani sportivi nazionali e dei due locali all’Udinese

Commenta per primo!

I voti dei tre quotidiani sportivi nazionali e dei due locali.

TUTTOSPORT

KARNEZIS 6.5 Decisivo sulla conclusione al volo di Belotti, per il resto garantisce sicurezza al proprio reparto.
WAGUE 4.5 Con rudi maniere cerca di controllare gli impeti di Quagliarella e spesso ci riesce. Mal a19′ st esagera scioccamente con l’ennesima trattenuta e viene espulso. DANILO 6.5 Duello molto fisico con Belotti e si preoccupa di raddoppiare su Quagliarella. Attento e preciso.
FELIPE 6.5 Il suo compito è soprattutto supportare i due compagni della difesa e creare al centro un imbuto in cui dovrebbero finire gli avanti granata. In difficoltà nel finale. WIDMER 7 Tra i migliori. Raramente perde palloni ed è abile nel ripartire: coinvolto in ogni azione bianconera.
BADU 6.5 Lottatore dai piedi buoni.
LODI 6 Passo un po’ lento ma testa assai fredda. E’ l’equilibratore del gioco voluto da Colantuono. Iturra (43′ st) ng.
FERNANDES 6.5 Vivace e in ripresa rispetto al recente passato, anche se non ancora determinante come l’anno scorso.
EDENILSON 6.5 Le sue volate fanno male e al 9′ solo un grande intervento di Padelli gli nega il gol. Adnan (29′ st) ng.
DI NATALE 7 Sarà pure “vecchio”, ma è giocatore di altra categoria. Basta vedere come stoppa i palloni… Piris (21 ‘st) 6 Svolge il compitino come richiestogli.
PERICA 7 Forza e fisico: è così che porta in vantaggio l’Udinese. Sempre pericoloso e vivace. Un ragazzo che farà strada.
ALL. COLANTUONO 6.5  Combattiva la sua Udinese, priva di alcuni elementi importanti tipo Thereau, che ritrova la vittoria e un Natale tranquillo. Azzecca tutto o quasi. L’idea di pressare alto il Torino non è originale ma è stata comunque una scelta decisiva per l’andamento della gara.

CORSPORT

Karnezis6 Wague5 Danilo6 Felipe6,5 Widmer6,5 Badu6,5 Lodi 7 (44’ st Iturra)sv Fernandes 6,5  Edenilson 6 (30’ st Adnan)6  Di Natale6  (21’ st Piris)6  Perica7  All.: Colantuono 7

GAZZETTA

KARNEZIS 6 – Sempre piazzato anche se per gli attaccanti granata non è sera.
WAGUE 4,5 – Maldestro. Lascia in dieci i suoi, ingenuo sul secondo giallo.
DANILO 6 – Parte con un’ammonizione e deve giocare sulle punte per limitare Belotti.
FELIPE 6 – Difende con ordine. Chiamato spesso a sbrogliare pericolose mischie senza affanno.
WIDMER 6 – Prende fiducia con il passare delle giornate. Sfiora il raddoppio davanti a Padelli.
BADU 6 – Un motorino, guerreggia con Baselli, costringe il granata ad una gara modesta.
LODI 7 – Regista puro gioca con la classe di un veterano e la voglia di un esordiente. (Iturra s.v.).
FERNANDES 6 – Recupera una marea di palloni, paga in precisione nelle ripartenze.
EDENILSON 5,5 – Chiude la corsia alle offensive di Zappacosta. Si mangia il gol del raddoppio.
ADNAN 5,5 – Un quarto d’ora nel finale si danna, ma con poca lucidità.
DI NATALE 6 – Impegna Padelli quando trova palla. In campo fino a quando va in riserva.
PERICA 7  Seconda rete in Serie A per il croato di scuola Chelsea. Gran fisico, corsa, un guerriero. Tiene in allarme la difesa granata, sfiora ladoppietta.
PIRIS 5,5 – Deve alzare il muro ma regala un pallone velenoso a Belotti
ALL. COLANTUONO 6,5 – Imbriglia i granata. Torino gli porta bene. Peccato che il bonus per

MESSAGGERO VENETO

6,5 KARNEZIS La parata più difficile nei primi 45’ la deve compiere sul destro di Belotti destinato sotto l’incrocio. In un paio di occasioni resta in porta quando invece potrebbe uscire e far chiudere l’azione. Nel secondo tempo poco anche con la squadra in dieci. Sicuro nelle uscite alte.
5 WAGUE Per un tempo sembra quasi che gli avversari non riescano a fargli nemmeno il solletico. Poi nella ripresa commette una madornale ingenuità affondando il tackle su Quagliarella prendendosi un giallo evitabile. Completa la frittata con la seconda ammonizione. Dovrà pagare una cena ai compagni che portano lo stesso a casa i tre punti.
7 DANILO Sbaglia il tempo dell’uscita su Belotti e si prende subito l’ammonizione. Lui, però, rispetto al compagno ha sufficiente mestiere per sapersi gestire. Giganteggia soprattutto nella ripresa quando spazza tutto quello che arriva in area di rigore.
7 FELIPE Partita di grande attenzione. Tutto da rivedere il doppio contrasto vinto al limite dell’area sul finire del primo tempo e la scivolata su Belotti nella ripresa perfetta per tempismo. E alla fine esulta come un bambino.
6,5 WIDMER Nel primo tempo arriva tre volte al cross ma non riesce a dosare bene la parabola. Nella ripresa spinge di meno, ma risulta preziosissimo in fase difensiva. E quando Colantuono lo avanza a centrocampo, svolge il compito con altrettanto giudizio. Ma si mangia un gol fatto.
6,5 BADU Quando innesta il turbo fanno fatica a stargli dietro peccato che poi l’esecuzione tecnica non sia sempre all’altezza. Corre per due e quando la squadra è costretta in inferiorità numerica giganteggia. Prezioso, poi, per i falli che va a guadagnarsi che permettono alla difesa di respirare
7,5 LODI Partita di un dinamismo e di una intelligenza straordinari. Non sarà veloce, ma copre zone di campo ampissime e sceglie sempre la giocata più adatta al momento della partita. E’ lui che confeziona l’azione che decide la partita, la punizione e la punizione per Widmer è un babà.
6,5 FERNANDES Diciamolo: non era facile rialzarsi dopo la partitaccia con l’Inter. Il portoghese l’ha fatto disputando una gara molto sostanziosa. Offre una palla d’oro a Perica, si propone e con la squadra in dieci si esibisce in un paio di apprezzabilissime chiusure difensive.
6,5 EDENILSON Si trova di fronte un cliente difficile come Zappacosta. Regge benissimo il confronto dal punto di vista fisico e anzi, costringe l’avversario a rincorrerlo. Si presenta davanti a Padelli, potrebbe servire Totò, decide per la conclusione e non gli va bene per una questione di centimetri.
7,5 PERICA Croce e delizia, ma ha vent’anni. Inguardabile il modo con cui conclude di piatto destro dal limite dell’area di rigore una ghiotta occasione a inizio match. Non ci arriva per il tap-in sul destro di Totò respinto dal portiere, poi con un misto di fortuna (rimpallo favorevole) e precisione (diagonale perfetto) confeziona il vantaggio friulano. Nella ripresa fa un numero quando protegge palla e scarica il sinistro fuori di un niente, poi pecca di egoismo e non serve Fernandes lanciato verso Padelli.
6,5 DI NATALE Rientra per cucire il gioco e aprire spazi ai centrocampisti come conferma la palla che serve dopo sette minuti a Badu. Al 16’ impegna Padelli con un destro da fuori, disegna un altro bel corridoio per Perica. Partita di grande umiltà, non possiamo credere che sarà l’ultima della sua fantastica avventura in bianconero.
6 PIRIS Non ha la fisicità di Wague, ma riesce a comunque a reggere contro Quagliarella e Lopez, i due che si allargano di più dalla sua parte. Rischia di pasticciare con un disimpegno di testa, ci mette il cuore.
6 ADNAN Quando Colantuono decide di passare alla difesa a quattro sceglie lui e rinuncia ad Edenilson. Mossa rischiosa, ma che ha un suo perchè. Due uscite inutili a centrocampo, ma anche un paio di salvataggi provvidenziali.
SV ITURRA Gli ultimi minuti al posto di uno stanchissimo Lodi.
IL GAZZETTINO

KARNEZIS 6,5 – Ha evidenziato da subito la solita sicurezza. Ottimo anche a sventare nel primo tempo un potente tiro sul primo palo di Belotti. Nel secondo tempo è stato scarsamente impegnato.
WAGUE 4,5 – Bene o male ha sempre tenuto nel primo tempo, bravo soprattutto nel gioco aereo. Poi nella ripresa è andato in tilt ha commesso un inutile fallo che gli è costato l’ammonizione per poi farsi sorprendere su un lancio lungo per Quagliarella lanciato a rete e ha ostacolato l’ex bianconero in maniera inopportuna facendosi ammoni- re per la seconda volta e lasciando nei guai i suoi compagni trasformatisi però in autentici «eroi».
DANILO 6,5 – Ha iniziato non in maniera impeccabile tanto che si è fatto ammonire per un fallo a meta campo su Quagliarella. Poi ha preso le misure all’ex bianconero e si è rivisto il vero Danilo, signore dell’area di rigore. Nel secondo tempo ha sbagliato pochissimo e ha diretto magistralmente la difesa.
FELIPE 6,5 – Sicuro, attento, raramente è ricorso al fallo, ha fatto valere anche il mestiere specialmente nel finale. Sta vivendo una seconda giovinezza.
WIDMER 6,5 – Una spina nel fianco della difesa granata anche se non sempre preciso. Nel secondo tempo è stato bravo anche in difesa.
BADU 6,5 – Ha iniziato a spron battuto, creando lo scompiglio con il suo movimento, con alcuni poderosi scatti nella meta campo del Toro. Ha recuperato anche buoni palloni, meno valido invece quando ha dovuto evidenziare la precisione. Ma con lui il centrocampo è più solido.
LODI 6,5 – Abile regista. Nel primo tempo ha commesso un solo errore, peraltro abbastanza grave quando ha messo in condizione Zappaco- sta di tirare indisturbato dal limite. Dal piede del partenopeo sono nate quasi sempre azioni importanti, tutte in verticale che hanno tagliato fuori il centrocampo del Toro.
(44’st ITURRA sv)
FERNANDES 6,5 – Da subito è entrato in partita. Sempre mobile, sempre presente nel vivo dell’azione. Un altro Fernandes rispetto al giocatore ammirato nelle ultime gare.
EDENILSON 6- Ha cercato sempre il dialogo. Raramente ha sprecato un pallone, almeno nel primo tempo. Non ha affondato i colpi, anche perchè è un destro, ma si è sempre fatto trovare puntuale nelle triangolazioni quando ha accentrato il proprio raggio d’azione. Nel secondo tempo è un pò calato, ha sbagliato anche un gol facile facile (al 9′).
(30’st. ALI ADNAN 6 – Ha svolto il compito con grande attenzione e con spirito di sacrificio).
DI NATALE 6,5 – Encomiabile, ha corso, ha servito di precisione i compagni, si è segnalato anche per un bolide da fuori area sul quale è stato bravo Padelli alla deviazione. Si è sempre sacrificato in un oscuro lavoro mettendosi sistematicamente al servizio della squadra.
(21’st PIRIS 6 – Ha lottato con grande ardore).
PERICA 7 – Che personalità! Gioca, lotta, segna un gran gol facendo valere la sua fisicità chiuso tra Moretti e Molinaro. A volte è scoordinato, anche egoista, ma quella di ieri è stata la sua giornata per cui voleva essere grande protagonista sino alla fine.
COLANTUONO 7 – Bravo stratega, non ha sbagliato alcuna mossa, bravo anche nei campi. È stato anche coraggioso tanto che l’Udinese da subito ha imposto il proprio gioco. La squadra è tutta dalla sua parte.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy