Udinese: Le pagelle dei quotidiani nazionali e locali

Udinese: Le pagelle dei quotidiani nazionali e locali

Le pagelle all’Udinese da parte dei tre quotidiani sportivi nazionali e dei due locali

Commenta per primo!

I voti e i giudizi all’Udinese dopo la splendida vittoria sul Napoli

MESSAGGERO VENETO
6 KARNEZIS Una parata per tempo. La prima in uscita di pugno ad anticipare Callejon, la seconda a cinque minuti dalla fine sul colpo di testa di El Kaddouri. E pensare che di fronte aveva l’attacco più prolifico del campionato. Disoccupato.
7 HEURTAUX Prestazione di alto profilo contro Insigne. In questi casi viene da chiedersi quanto fosse in giornata-no l’avversario, ma se l’attaccante azzurro è stato così opaco qualche merito va riconosciuto al difensore francese che con De Canio sembra rivitalizzato. Tonico.
7 DANILO Higuain segna perchè è libero di calciare dal limite dell’area, ma l’errore non è suo. In un paio di occasioni deve uscire a chiudere su Insigne e lo fa sempre con grande tempismo. Prestazione di grande concentrazione, non lascia neanche le briciole agli avversari. Tosto.
7 FELIPE Che fosse in una di quelle giornate in cui non fa passare niente lo si intuisce quando toglie palla a Higuain lanciato in contropiede. Attento, preciso, anche in fase di impostazione, ha il “merito” di far saltare definitivamente i nervi a Higuain. Concentrato.
8 WIDMER Ma siamo sicuri che sia lo stesso giocatore anonimo visto sin qui? Lo svizzero sfodera una prestazione di altissimo livello non solo dal punto di vista tecnico e fisico ma anche temperamentale. Si procura il secondo penalty e confeziona un cross strepitoso per il 3-1 di Thereau. Stellare.
7 BADU La carta a sorpresa di De Canio che lo preferisce ad Hallfredsson. Il ghanese ripaga la fiducia con una prestazione di grandi contenuti agonistici ma anche tecnici. Si guadagna il rigore dell’1-0 e, vista l’ora, si “mangia” letteralmente Hamsik. Imprendibile.
7,5 KUZMANOVIC Nel momento più delicato della stagione il serbo si è preso in mano la squadra. “Kuz” gioca una partita ricca di personalità e qualità. É lui a occuparsi in prima battuta di Higuain, è lui che va ad aggredire i portatori di palla avversari. Arricchisce la sua prestazione con alcuni cambi di fronte di quaranta metri da applausi. Inesauribile.
7,5 FERNANDES Segna il primo rigore con un pizzico di fortuna, si fa parare il secondo ma proprio nel momento in cui potrebbe “crollare” il portoghese dimostra di avere gli attributi e segna un gol in rovesciata, D’accordo che la porta era sguarnita, ma era comunque difficile dosare la traiettoria. E poi se ci aggiungiamo il grande sacrificio in fase di non possesso palla allora il voto è vicino a quello del migliore in campo. Sfrontato.
6,5 ARMERO Il colombiano ha un’unica amnesia difensiva: parte in ritardo sul “taglio” di Callejon e da quella mancata chiusura arriva il gol di Higuain. Per il resto tiene alta la soglia dell’attenzione e piazza anche un paio di accelerazioni vecchia maniera. Quando la benzina è finita viene sostituito. Convincente.
7 ZAPATA Non entra nel tabellino dei marcatori, ma questo non può sminuire la sua prestazione. La giocata più preziosa è quella con cui, senza farsi prendere dalla frenesia, confeziona l’assist per Fernandes. E pensare che non è ancora al meglio. Un spicchio di scudetto l’ha fatto perdere al Napoli anche lui. Tosto.
7 THEREAU In alcune circostanze continua a evidenziare un eccesso di egoismo e narcisismo, però ha talento e certe libertà gliele si possono anche concedere specialmente quando si prende il lusso di segnare un gol con un tocco d’artista. Elegante.
6 MATOS Dopo poco più di un’ora tocca a lui. De Canio lo sceglie per sfruttare le sue qualità di contropiedista. Il brasiliano finisce per essere più utile in fase di ripiegamento. Generoso.
6 PIRIS Quando Sarri manda in campo tutte le punte che ha in rosa De Canio si affida al soldatino paraguaiano che va a coprire la corsia mancina al posto di Armero in una linea difensiva a quattro. Prezioso.
SV PERICA Thereau accusa un problema fisico e De Canio manda in campo il giovane croato che si mette a fare a sportellate con tutti. Lottatore.

GAZZETTA DELLO SPORT
KARNEZIS 6 – Un’uscita di pugno su Callejon: sarebbe da S.V. contro il Napoli.
HEURTAUX 6,5 – Solido, senza distrazioni.
DANILO 6,5 – Costringe Higuain a ‘uscire’ molto.
FELIPE 6,5 – Sbaglia solo la chiusura in tap-in sul rigore fallito da Fernandes.
WIDMER 7,5 – Mai così scatenato: manda Badu in incursione a prendersi il rigore dell’1-0, si prende il secondo poi parato da Gabriel, lancia Thereau per il 3-1.
BADU 7 – Quantità e pericoli costanti.
KUZMANOVIC 7 – Davanti alla difesa l’apparente contraddizione di dare i tempi giusti con l’adrenalina addosso.
FERNANDES 7 – I rigori non sono roba sua (tirato male anche il primo), sbaglia il possibile 2-0 ma la rovesciata è da urlo. E quanto corre.
ARMERO 6 – Troppo spazio a Callejon all’alba dell’1-1.
PIRIS 6 – Con lui difesa a 4: garanzia.
THEREAU 7 – Si abbassa su Jorginho, gioca per gli altri, poi viene il suo tempo (8 gol su 9 nella ripresa) e segna da centravanti. PERICA – S.V.
ZAPATA 7 – Un ex che fa male: sportella Koulibaly – e non è da tutti – cerca il gol di testa, è lucido a tener palla prima dell’assist a Fernandes.
MATOS 6 – Il sacrificio che serve a sinistra.
DE CANIO 7,5 – Bravo non a escludere Di Natale, ma a rendere centrali Fernandes e Zapata: 6 punti nelle ultime 11 prima di lui, 4 nelle due con lui. Indovina anche il cambio Piris.

IL GAZZETTINO

KARNEZIS 6 – Praticamente disoccupato. Quel poco lo ha sbrigato con sicurezza.
HEURTAUX 6.5 – In continua crescita, anche atletica. Ne sanno qualcosa prima Insigne e poi Mertens. Prezioso il suo contributo anche nel gioco aereo.
DANILO 7.5 – Il signore della difesa. Attento, tranquillo, autoritario, deciso quando si è trattato di spazzare. Il gol di Higuain è una prodezza dell’argentino.
FELIPE 7 – Bravo e astuto, fa valere il mestiere. Non ha concesso palloni giocabili a Higuain e lo ha fatto innervosire, subendo la più inutile delle reazioni da parte del Pipita, espulso.
WIDMER 8 – Il miglior Widmer della stagione. Ha coniugato qualità e gamba, propiziando tutte e tre le reti dei bianconeri. Splendido l’assist a Thereau sul terzo gol.
BADU 7 – Mai domo. Il suo movimento ha creato grattacapi ai centrocampisti del Napoli. In un’in- cursione nel primo tempo ha costretto Koulibaly a stenderlo, propiziando il rigore dell’1-0.
KUZMANOVIC 6.5 – Bravino. Ha personalità, esperienza, fisicità. Primo tempo molto positivo, poi è calato.
FERNANDES 7.5 – Croce e delizia. Ma la qualità alla fine paga, vedi il capolavoro con splendida rovesciata su assist di Zapata. Avesse realizzato anche il secondo penalty sarebbe stato protagonista della sua miglior gara da sempre a Udine. Ammonito, verrà squalificato a Genova.
ARMERO 6 – Ingenuo sul gol del Napoli, ma nel complesso l’apporto è stato più che buono.
THEREAU 7 – Splendido per tempismo sul 3-1 che ha messo ko il Napoli. Si è prodigato anche in fase difensiva. Ha fatto valere personalità e tecnica.
ZAPATA 6.5 – Non ha segnato, ma ha servito l’assist del 2-1 a Fernandes. Sovente ha messo in crisi Koulibaly. Con la sua fisicità ha difeso da par suo numerosi palloni, attendendo che la squadra salisse.
MATOS 6 – Doveva correre ovunque e chiudere, ha eseguito il compitino con diligenza.
DE CANIO 8 – Abile stratega, abile psicologo. Ha rigenerato la formazione bianconera. In prati- ca l’ha già messa in salvo. Con il Napoli ha compiuto un capolavoro tattico: è lui il grande protagonista del trionfo dei bianconeri. Compli- menti.

CORRIERE DELLO SPORT
KARNEZIS – 6 HEURTAUX – 6 DANILO – 7 FELIPE – 5,5 WIDMER – 7,5 KUZMANOVIC – 6,5 BADU – 7 ARMERO – 6  PIRIS – S.V. FERNANDES – 7 THEREAU – 7,5  PERICA – S.V. ZAPATA – 6   MATOS – 6 DE CANIO – 7,5

CORRIERE DELLO SPORT
KARNEZIS 6 – Tranquilla amministrazione
HEURTAUX 7 – Partita maiuscola
DANILO 7 – Ha anticipato tutto e tutti
FELIPE 7,5 – Il migliore, e non solo del reparto
WIDMER 7,5 – Giornata da incorniciare: fa ammattire la fascia sinistra del Napoli
KUZMANOVIC 7,5 – Sembra davvero l’unico che mancava all’Udinese
BADU 6,5 – Anche per lui prestazione molto buona, di quantità
ARMERO 6,5 – Ha più di qualche responsabilità sull’azione che porta al gol di Higuain, ma si riscatta. PIRIS 6 – Entra e mantiene l’ordine
FERNANDES 7,5 – Calcia non benissimo il primo rigore, sbaglia il secondo, ma realizza un gol spettacolare. E non fa solo quello.
THEREAU 7 – Segna il gol che regala vittoria e tranquillità all’Udinese.  PERICA – S.V.
ZAPATA 7 – Fa pesare il fisico e manda in confusione la difesa del Napoli.  MATOS – S.V.
DE CANIO 7 – Non sbaglia una sola mossa, ha risvegliato l’Udinese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy