Udinese: le pagelle dei quotidiani nazionali e locali

Udinese: le pagelle dei quotidiani nazionali e locali

Tutti i voti all’Udinese da parte dei quotidiani sportivi nazionali e i due quotidiani locali

1 Commento

I voti all’Udinese da parte dei tre quotidiani sportivi nazionali e dei due quotidiani locali.

TUTTOSPORT

Karnezis 6; Piris 7, Danilo 7, Felipe 6.5; Widmer 6, Badu 6, Lodi 7, Fernandes 7 (26’ st Iturra 5), Edenilson 6 (33’ st Adnan ng); Thereau 7, Perica 7 (38’ st Zapata ng). A disp. Meret, Insua,Camigliano, Coppolaro, Heurtaux, Guilherme, Marquinho, Di Natale, Aguirre. All. Colantuono 7

CORSPORT

Karnezis 6,5  Piris6  Danilo 6,5  Felipe6,5  Widmer 6,5  Badu 6  Lodi6,5  Fernandes6  (27’ st Iturra)6  Edenilson5,5  (34’ st Ali Adnan)sv  Thereau7,5  Perica 7  (38’ st Zapata)sv  All.Colantuono7

GAZZETTA

LODI 7 IL MIGLIORE – Centro di gravità permanente della squadra: 37 palloni giocati. Dà il via all’azione dell’1-0. Vero valore aggiunto: senza di lui, l’Udinese andava a ritmi da retrocessione.
KARNEZIS 6,5 – Una sola parata complicata: su Cigarini nel secondo tempo.
PIRIS 6,5 – Col Papu Gomez è una sfida tra piccoli. Vive di rendita per un’ora, poi soffre.
DANILO 6,5 – La solita sicurezza. E come Felipe sfiora il gol di testa.
FELIPE 6,5 – Entra alla grande nell’azione dell’1-0.
WIDMER 6,5 – Conferma l’ottimo momento. Spinge e aiuta Piris quando c’è da frenare Gomez.
BADU 6 – L’impegno non si discute, qualche errore quando perde lucidità.
FERNANDES 7 – Parte con un liscio, poi fa sparire Grassi, firma l’assist del raddoppio.
ITURRA 5 – Sciupa un contropiede da manuale, mangiandosi un gol già fatto.
EDENILSON 5,5 – Poca spinta, male sul 2-1 di D’Alessandro. (Adnan s.v.)
THEREAU 7 – Al rientro dopo un mese, segna il primo gol in casa dopo 5 in trasferta. Il Friuli ringrazia.
PERICA 7 – Secondo centro di fila dopo quello, decisivo, di Torino. Il futuro passa anche da lui.
ZAPATA 6 – Rieccolo tre mesi dopo: un tiro alto, un cartellino giallo.
ALL. COLANTUONO 7 – Si gode la classifica e il momento: l’Udinese gioca e convince. E col rientro

MESSAGGERO VENETO
6 KARNEZIS Festeggia con una vittoria la conquista della Zebretta d’oro. Avrebbe voluto non subire gol, ma alla fine va bene così. Nel primo tempo risulta praticamente inoperoso (le uniche due conclusioni bergamasche finiscono fuori) nella ripresa l’intervento più importante è quello sul destro di Cigarini.
7 PIRIS Alla vigilia si pensava che fosse l’uomo giusto per marcare Gomez e così è stato. Concede poco e niente al suo diretto avversario, si concede anche il lusso di due eleganti disimpegni e nobilità la sua partita con due respinte in spaccata. Nell’ultimo quarto d’ora soffre un po’, ma era abbastanza prevedibile. La sua prova resta comunque d’alto profilo.
6 DANILO Il brasiliano se la deve vedere con un Denis un po’ statico e appannato. Porta a termine il compito e nel finale il suo senso della posizione risulta utile alla causa. A inizio ripresa sfiora il 3-0 con una girata di testa neutralizzata da Sportiello. 6,5 FELIPE Sostanzioso il contributo alla costruzione del primo gol quando salta più alto di tutti sul cross di Lodi impegnando sportiello poi trafitto dal tap-in di Thereau. Aveva di fronte il guizzante D’Alessandro che gli scappa via una sola volta. Non è lui il colpevole nell’occasione del gol subito. Peccato per l’ammonizione, anche perchè cominciano a essere troppe.
6,5 WIDMER Partita di sostanza quella dello svizzero chiamato a dare una mano a Piris nel contenimento di Gomez. Nel primo tempo piazza un bel traversone senza trovare alcun compagno pronto alla deviazione, nella ripresa si intende bene con Zapata al quale offre un pallone da calciare in porta.
6 BADU Il ghanese gioca un buon primo tempo, sostanzioso e meno appariscente rispetto al solito. Nella ripresa quando comincia a eccedere nei tocchi di fino che non sono certo la sua specialità combina qualche pasticcio. Sbaglia un cross abbastanza elementare con il quale servire lo smarcato Perica.
7 LODI Un’altra partita da professore per il regista bianconero che si conferma importante anche sui calci piazzati. Suo il traversone da cui nasce l’1-0, suo il calcio d’angolo per la pericolosa incornata di Danilo. Nel concitato finale l’Udinese respira quando la palla passa attraverso i suoi piedi.
7 FERNANDES Dopo la buona prova di Torino ecco un’importante conferma da parte del portoghese che mette lo zampino in quasi tutte le azioni più pericolose dell’Udinese. La giocata più preziosa è la pennellata per la testa di Perica che fa 2-0, ma da sottolineare anche alcuni ripiegamenti difensivi. Soo il tiro dal quale era nato il 3-0 di Thereau. Esce stizzito, non ne abbia a male, vuol dire che Colantuono voleva preservarlo per il Carpi.
5,5 EDENILSON  Macchia una prestazione sufficiente con la dormita in occasione del gol. É vero che la deviazione sul cross da sinistra lo manda un po’ fuori tempo, ma lui deve pensare a marcare D’Alessandro non altro. Non molto efficace in fase di spinta.
7,5 PERICA Deve avercela con l’Atalanta alla quale aveva già fatto gol in Coppa Italia sempre di testa, nella stessa porta e nello stesso angolo. L’esecuzione è la ciliegina di una torta molto ricca. fondamentale il suo contributo in fase di non possesso. Galoppa in contropiede, lotta con il coltello tra i denti e si guadagna la standing ovation del Friuli.
7,5 THEREAU Sblocca il risultato con una girata da sottomisura segnando il sesto gol in campionato. Ne fa un’altro ma gli viene ingiustamente annullato. Non esplosivo come prima della sosta natalizia, ma solido ed efficace sì.
5 ITURRA Prende il posto di Fernandes e ne combina una peggio dell’altra. Il gol sbagliato dopo un sorprendente coast to coast è il meno. Il problema è la gestione del pallone.
5,5 ADNAN Piazzato male in un paio di affondi nerazzurri nella zona di sua competenza, deve gestire palle e lo fa così così. 6 zapata Gioca pochi minuti, ma piazza un paio di spunti travolgenti. Sfiora il gol con un potente destro a giro.

IL GAZZETTINO
Karnezis 6,5 – Un solo importante inter- vento su conclusione di Cigarini nella ripresa. Sempre molto attento.
Piris 6 – Doveva vedersela con Gomez, l’uomo più pericoloso dell’Atalanta. Ha retto bene.
Danilo 6,5 – Il solito signore nella propria area.
Felipe 6,5 – Qualche sbavatura, ma una prestazione autoritaria. Sicuro anche nel gioco aereo, propizia il primo gol svettan- do su Dramè.
Widmer 6,5 – È in costante crescita. Ha corso, pennellato due insidiosi cross ra- denti ed è piaciuto anche nella seconda fase.
Badu 6 – Non il miglior Badu, ma il suo dinamismo ha fatto scricchiolare il centro- campo orobico.
Lodi 6,5 – Le sue cadenze sono rallentate, ma è rapido di pensiero e il suo sinistro è vellutato.
Fernandes 6 – Croce e delizia. Geniale a pennellare il cross a Perica per il 2-0, pasticcione nel secondo tempo. 27′ st Iturra 6 – Ha tamponato e corso, nel pieno rispetto del compito assegnatoli. Si è creato una ghiotta opportunità per segnare dopo una fuga di 50 metri, ma al momento di concludere era esausto.
Edenilson 5,5 – Una prestazione più che buona macchiata dal grossolano errore di posizione sul gol dell’Atalanta in cui ha sbagliato nel fare la diagonale. 34′ st Ali Adnan sv.
Thereau 7,5 – Di gran lunga il migliore nel primo tempo. Il suo continuo movimen- to a creato problemi alla difesa atalantina. Bravo a deviare in gol la respinta di Sportiello sul colpo di testa di Felipe. Per una ventina di minuti nel secondo tempo il suo rendimento è stato elevato, ha segnato anche un gol più che regolare che solo il miope segnalinee gli ha negato. Poi è calato dopo tanto correre, dopo tanto lottare.
Perica 7 – Un altro gol sfruttando la specialità della casa, il gioco aereo. E di testa ha segnato una splendida rete. Nella ripresa le sue scorribande meritavano maggior fortuna. È la lieta sorpresa di casa bianconera, tanto che Colantuono può permettersi il lusso di lasciare Di Natale in panca. 38’st Zapata sv Un gran tiro a salutare la ritrovata efficienza fisica

All. Colantuono 7 – Ha trasformato la squadra, sempre più propositiva, sempre più…squadra. È stato premiato anche nelle scelte tecniche.

 

 

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. riso68 - 2 anni fa

    Sottotono solo Edenilson. La distrazione sul gol del 2-1 per fortuna non è costata i tre punti, ma non è stata l’unica della sua partita.
    Francamente ieri non ho capito la sostituzione di Fernandes con Iturra, ma non sono un tecnico, perciò un motivo che non vedo ci sarà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy