Udinese: le pagelle dei quotidiani sportivi e locali

Udinese: le pagelle dei quotidiani sportivi e locali

I giudizi e i voti all’Udinese sconfitta nettamente a Roma

Commenta per primo!

Le pagelle ai bianconeri da parte dei quotidiani locali e quelli sportivi nazionali.

IL GAZZETTINO
KARNEZIS 6.5 – Attento e sicuro nel primo tempo, generando tranquillità in tutta la retroguardia. Grande a inizio ripresa nello sventare una deviazione ravvicinata di Dzeko. Non ha alcuna colpa sui 4 gol. Sull’ultimo di Salah è anche riuscito a sventare la prima conclusione. Il migliore dell’Udinese e ciò la dice lunga.
HEURTAUX 6 – Ha risposto alle critiche con una prova giudiziosa, facendo valere la sua fisicità. Poi non è stato bene, uscendo quando il match era ancora ancorato sullo 0-0.
ANGELLA 5.5 – È entrato nel momento più critico e ne ha subito le conseguenze.
DANILO 5 – Una sentinella. Sempre sul chi va là, deciso a spazzare, bravo nell’anticipo e nel gioco aereo su Dzeko. Almeno nel primo tempo. Poi ha commesso una grossa ingenuità nell’affrontare il bosniaco sul primo rigore.
SAMIR 5.5 – Aveva il compito più arduo: tamponare Salah. Ha retto benino anche sul campo più favorevole all’egiziano, la velocità. Ma via via è stato messo alla corde anche perché scarsamente protetto da Adnan.
WIDMER 5 – A corrente alternata. Un film già visto. Non convince ancora.
BADU 5 – Ingenuo pure lui sul secondo rigore. Ha corso molto, sovente a vuoto.
FOFANA 5.5 – Bravo nei 45’ iniziali. Anzi, un signore là in mezzo. Poi ha esaurito il carburante e dalle sue parti si sono aperte autostrade.
HALLFREDSSON 5.5 – Un operaio. Oltretutto non specializzato. Ha sbagliato facili palloni, ma si è dannato, correndo e recuperando.
ALI ADNAN 5 – Non ci siamo. Se l’è cavata nel primo tempo, poi si è arreso al primo duello con Salah. Raramente ha affondato i colpi.
DE PAUL 5 – Non lega ancora con la squadra. Spesso ha cercato la soluzione individuale, con risultati modesti.
PENARANDA 5.5 – Tanto fumo, poco arrosto. Ma da lui di questi tempi è difficile pretendere di più.
ZAPATA 5 – Nel primo tempo la sua fisicità gli ha consentito di tenere palla e far avanzare gli interni. Poi la squadra, chiusa più che mai in difesa, lo ha ignorato. In ogni caso il colombiano è in evidente ritardo di condizione.
L’ALLENATORE IACHINI 5 – Colpevole come tutti. Ha mandato in campo un gruppo da contenimento e combattimento. Ha avuto ragione per 45’. Poi la squadra lo ha tradito.

MESSAGGERO VENETO
6,5 KARNEZIS Nel primo tempo deve accartocciarsi solo una volta sul destro sporco di El Shaarawy. Nella ripresa compie un mezzo miracolo sul piattone destro di Dzeko. Dal dischetto Perotti è glaciale e lo spiazza due volte, incolpevole anche in occasione del 3-0 e del 4-0. E non è una bella notizia.
5,5 HEURTAUX Anche stavolta esce per infortunio confermando una preoccupante fragilità fisica. Fin quando era rimasto in campo aveva evidenziato qualche incertezza soprattutto nella misura dei passaggi. Palla a lui, palla alla Roma. Esce sullo 0-0.
5 DANILO Il rigore che provoca intervenendo su Dzeko rimane dubbio perché la sensazione è che il brasiliano cerchi di ritrarre la gamba. Se tocco c’è non può provocare comunque una simile caduta. Al di là di questo episodio non può essere esente da colpe il regista di una difesa che becca quattro gol. Così non va.
5,5 SAMIR Comincia con decisione e personalità, va in anticipo quando deve, è preciso nelle diagonali e si fa sentire sulle palle alte. Nella ripresa non riesce a intercettare di un soffio il lancio da cui nasce l’azione dell’1-0. Si prende l’ammonizione per ovviare a una palla banalmente persa da Fofana. Qualcosa di più di un semplice ricambio di Felipe.
5,5 WIDMER Primo tempo discreto, arriva spesso sul fondo poi però non è precisissimo nelle rifiniture anche perché Zapata sbaglia spesso il movimento. Alla fine perde il duello con Emerson, quello che doveva essere il punto debole della Roma. Mezzo punto in più per il salvataggio sulla linea.
5 BADU Primo tempo di sostanza, sbaglia scelta quando invece di portare palla serve troppo presto De Paul. E quando la squadra va in difficoltà non è certo lui ad avere il carisma per trascinare i compagni. Era uno di quelli che doveva cambiare aria.
5,5 FOFANA Pronti, via e sembra giganteggiare in mezzo al campo. Perde un paio di palloni velenosi (chiamasi errori di gioventù), ma conferma di essere un ragazzo sul quale si può puntare. Ma deve essere sostenuto da compagni di maggior spessore altrimenti rischia di bruciarsi.
5 HALLFREDSSON Quasi pimpante nel primo tempo, le due azioni più pericolose dell’Udinese nascono dai suoi piedi. Nella ripresa si spegne lettaralmente. Era lui il primo indiziato alla sostituzione assieme a Zapata. Non si discute l’impegno ma la qualità.
4 ALI ADNAN Sorprendentemente in campo dopo non aver fatto nemmeno un giorno di ritiro. La scelta non dà ragione a Iachini: l’iracheno all’inizio soffre ma regge su Salah, alla fine però viene letteralmente travolto dall’egiziano. Perché l’Udinese insista su di lui è un mistero.
6 DE PAUL Il migliore assieme a Fofana nel primo tempo bianconero. Però non sembra avere la forza fisica per fare il trequartista dietro un’unica punta. Togliere lui per inserire Peñaranda non è sembrata una grande idea.
4 ZAPATA L’emblema di una squadra senza un’anima. Già nel primo tempo era stato il peggiore dei suoi. Da circoletto rosso l’errore nell’azione in cui non fa la sponda per Widmer che ha la possibilità di presentarsi solo davanti al portiere. Ripresa imbarazzante per consistenza fisica. Ieri l’Udinese ha giocato senza centravanti.
5 ANGELLA Appena entrato si fa vedere in area avversaria con un colpo di testa, poi anche lui comincia a ballare finendo triturato dall’attacco giallorosso.
5 PEñaRANDA Il ragazzino gioca per sè più che per gli altri. Cerca il dribblig con troppa insistenza, chiude la sua gara con un destro in curva. SV LODI Entra quando la partita non ha praticamente più niente da dire.

GAZZETTA DELLO SPORT

KARNEZIS 6 – S’inchina sui rigori ma un balzo felino su Dzeko e la strenua lotta finale con Salah non lo mettono in castigo.
HEURTAUX  6,5 – Viene sostituito con l’Udinese che fino a quel momento soffre il giusto: non è un caso che con la sua uscita il muro crolli.
ANGELLA  5 – Entra e la Roma passa: poco attento.
DANILO  5 – Un tempo di grande concentrazione, poi via via naufraga, anche se sul rigore Dzeko è astuto.
SAMIR  5 – I raddoppi su Salah sono poco puntuali e nel finale si perde definitivamente.
WIDMER 6 – Anche se in difesa non è perfetto, è il signore dei cross (6) e delle sgommate sulla fascia
BADU  5,5 – Fino al rigore del raddoppio giallorosso non demerita.
HALLFREDSSON 5,5 – I fasti dell’Islanda europea stavolta sono un ricordo, perchè in fase d’impostazione è meno lucido di altre occasioni.
FOFANA 5,5 – Piazzato davanti alla difesa, per un tempo gestisce il gioco con lucidità e dinamismo. Poi con il passare del tempo soffre l’aggressività di Nainggolan. LODI SV
ADNAN 5 – Appena arrivato dall’Olimpiade, si trova davanti un Salah da medaglia e va in crisi soprattutto nella ripresa.
ZAPATA 6 – Tiene palla, fa salire la squadra e spesso impegna la difesa della Roma da solo. Normale che poi sotto porta stenti a trovare il guizzo, nonostante gli arrivi qualche discreto pallone.
DE PAUL 5,5 – Ci mette tanta corsa, però è impreciso in un paio di rifiniture chiave e in una facile conclusione.
PENARANDA 5 – Qualche numero lo ha, però dà l’impressione di giocare più per sé.
IACHINI 5,5 – La tattica non è sbagliata, ma la squadra in campo aperto dà sempre l’impressione di non fare le scelte giuste. Urge ripasso d’attacco.

TUTTOSPORT
KARNEZIS 6  Si esalta su tiro di Dzeko ma poi deve arrendersi.
HEURTAUX 6  Regge bene l’urto su Dzeko. Angella (7′ st) 6 Decisivo su Peres.
DANILO 5.5  Dzeko lo gabba.
SAMIR 5.5  Finisce col mal di testa.
WIDMER 6  Il piede è da registrare.
BADU 6 Soccombe alla velocità di Salah.
HALLFREDSSON 5 Poco influente.
FOFANA 6  Costato quasi 4 milioni, ha 21 anni e numeri per diventare grande. Lodi (34′ st) ng
ALI ADNAN 5 Inconsistente quando l’Udinese ha il possesso.
ZAPATA 6  Tanto movimento ma 0 pericoli.
DE PAUL 6  Si sacrifica in ripiego e quando trova spazio non disdegna il tiro. Penaranda (23′ st) 6
ALL. IACHINI 5.5 Due rigori gli guastano i piani.

CORRIERE DELLO SPORT
Zapata 6  Fa reparto da solo, si rende pericoloso.
De Paul 6 Gioca dietro Zapata, ha buoni numeri, in fase difensiva copre su Paredes.
Karnezis 6 Nel primo tempo poche parate. Non ha responsabilità specifiche sui gol.
Heurtaux 6 Tiene botta fino all’infortunio, esce sullo 0-0.
Hallfredsson 6 Senso tattico e spirito di sacrificio.
Fofana 6 Giovane interessante, cerca di arginare l’esuberanza di Nainggolan.
Angella (7’st) 5,5  Si fa subito notare su un colpo di testa in fase offensiva, poi viene travolto anche lui dal rush finale giallorosso.
Widmer 5,5 Nella ripresa salva sulla linea, prima del tracollo.
Badu 5,5 Imposta e difende, ma è costretto al fallo da rigore su Salah.
Iachini (all.) 5,5 L’ultima volta all’Olimpico ne prese cinque con il Palermo. Questa volta va un po’ meglio.
Danilo 5 Anticipa spesso Dzeko, ma commette il fallo da rigore e alla fine sbanda.
Samir 5 Se la vede in seconda battuta con Salah.
Penaranda (23’st) 5 Si nota soprattutto per il bizzarro colore della capigliatura.
Ali Adnan 4,5  Perde nettamente la sfida islamica con Salah.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy