Udinese: le pagelle dei quotidiani sportivi e locali

Udinese: le pagelle dei quotidiani sportivi e locali

I voti e i giudizi dei quotidiani alla prestazione dell’Udinese

Commenta per primo!

Le pagelle dei tre quotidiani sportivi nazionali e dei due locali all’Udinese.

MESSAGGERO VENETO
8 KARNEZIS Già alla fine del primo tempo la statuetta di migliore in campo è sua. Al 32’ piazza un doppio intervento su Gilardino che si presenta solo davanti a lui, due minuti dopo si ripete su Saponara. Quando il diagonale del trequartista dell’Empoli lo supera lo salva il palo.
6 WIDMER Il modulo lo costringe a stare più sulle sue. Però anche quando c’è l’occasione di tentare l’affondo lo fa sempre in maniera troppo timida. All’inizio in fase difensiva non tiene bene le distanze con il centrale di riferimento, Iachilo corregge qualcosa nell’intervallo.
5,5 DANILO L’uomo di maggiore esperienza sembra quello più impaurito. Nel giro di pochi istanti prima perde un pallone sanguinoso poi confeziona l’assist che Saponara non sfrutta. Dall’uomo guida della squadra ci si aspetta un altro contributo. Va un po’ meglio nella ripresa.
6,5 FELIPE La girata vincente sotto la traversa è da attaccante di razza. Poi, però, come tutti i suoi compagni non è impeccabile in difesa. Costretto ad abbattere Saponara, che poi lo scherza anche sulla corsia di destra. Può far scorrere la palla sul fondo e invece regala un corner colpendo il pallone di testa. Nella ripresa è molto più presente. 6 SAMIR Iachini non si fida di Adnan e per il ruolo di esterno sinistro nella difesa a quattro si affida a lui. Il brasiliano dimostra spirito di sacrificio e applicazione in un ruolo che non gli è abituale. Prestazione confortante in chiave futura.
5,5 BADU Non festeggia nel migliore dei modi il rinnovo del contratto fino al 2020. Eppure il modulo dovrebbe esaltarne le caratteristiche. Non si mette in evidenza nemmeno con un paio di quelle scorribante che piacciono tanto ai tifosi. Nel finale è utile quando riesce a tener palla e far respirare la squadra.
6,5 FOFANA Pronti via e giganteggia in mezzo al campo con quelle lunghe leve che calamitano tutti i palloni. Dopo mezz’ora abbassa inevitabilmente un po’ i ritmi e tutta la squadra ne risente. Si ritrova nella seconda parte della ripresa. Ribadiamo: più mezzala che centrale.
6 HALLFREDSSON Comincia maluccio perdendo un paio di palloni pericolosi e ritardando sempre di un tempo il cambio di gioco. Sul piano dell’impegno niente da dire: si prende gli applausi per un recupero in scivolata e per una punizione guadagnata. Anche lui alla lunga distanza migliora guadagnandosi la sufficienza.
6 EVANGELISTA Trequartista mancino schierato sul centro destra per favorire la conclusione in porta con il piede buono nel caso in cui riuscisse a puntare l’uomo e accentrarsi. In alcune circostanze è troppo statico: vuole sempre la palla sui piedi invece di muoversi e dettare il passaggio in profondità. Positivo per l’impegno.
6,5 DE PAUL Comincia con il piglio giusto, poi quando la squadra abbassa il baricentro è costretto a partire troppo lontano dalla porta. E infatti al 40’ del primo tempo porta le mani alle ginocchia nel classico gesto di chi è in debito di ossigeno. Un paio di buoni destri da fuori e un assist per Hallfredsson nella ripresa.
4,5 ZAPATA Niente di nuovo rispetto a Roma. L’Udinese continua a giocare senza il centravanti e il problema, se permettete, non è di poco conto. Rispetto a Roma nel suo scout non ci sono nemmeno un paio di sponde positive. La sua forza è stata sempre la forza fisica, ma in questo momento ha una condizione imbarazzante.
7 PERICA Appena entrato piazza un’accelerazione sulla sinistra, cosa che Zapata non ha mai fatto per tutta la partita. Non attentissimo sui palloni che escono dalla metacampo bianconera e sui quali potrebbe arrivarci. Poi ci mette grande grinta per arrivare sul pallone, vincere il contrasto con Zambelli e battere Pelagotti.
6 KONE Prende il posto di Evangelista, contribuisce alla gestione del pallone con gli avversari ridotti in inferiorità numerica.

IL GAZZETTINO
KARNEZIS 8 – Gigantesco. Autore di tre interventi prodigiosi due su Saponara nel primo tempo e uno su Gilardino nella ripresa. Di gran lunga il più bravo, la vittoria è quasi tutta sua.
WIDMER 6 – Diligente anche in fase difensiva. Deve crescere come terzino, ma l’elvetico ha le possibilità per migliorarsi, per dare ragione a Iachini.
DANILO 6 – Poche sbavature almeno nel secondo tempo. Nel primo invece ha ballato pure lui di fronte alle avanzate di Saponara micidiale nell’uno contro uno. Lo ha salvato soprattutto il mestiere.
FELIPE 7 – Un voto in più per il gran gol. Quello che ha dato l’importantissima vittoria alla sua squadra. Per il resto il solito Felipe, grintoso, anche se a volte anche eccessivamente falloso. Bravo nel gioco aereo.
SAMIR 6 – Ha fatto la sua parte con sicurezza. È in costante ascesa, il futuro è dalla sua parte, fa bene Iachini a insistere su di lui.
BADU 6 – A corrente alternata. Geniale e confusionario, capace di accelerazioni improvvise a pasticci di troppo. Ma il suo lo ha fatto, eccome.
FOFANA 6,5 – Convincente. Ha gamba, personalità, fa valere la sua fisicità. Non è un centrale, ma si sta adattando anche in questo ruolo-chiave. Ma il vero Fofana si vedrà quando agirà da mezzala.
HALLFREDSSON 6,5 – Ha ripagato con una prestazione assai diligente la fiducia di Iachini. Meglio nel primo tempo quando era più fresco, poi agendo a tutto campo, ha esaurito il carburante e nel finale il mestiere lo ha aiutato.
DE PAUL 6 – Abulico nel primo tempo, anzi pesce fuor d’acqua, prevedibile in ogni giocata. Poi, quando ha potuto godere di maggior spazio, è andato a nozze. Nelle ripartenze è stato pericoloso e nel secondo tempo ha anche sfiorato il gol.
EVANGELISTA 5,5 – Se si tiene conto che per la prima volta ha agito nell’undici iniziale, che vanta pochissime presenze in prima squadra, sicuramente il giudizio è positivo. In realtà il suo primo tempo non è risultato granché, prevedibile in quasi tutte le sue giocate. Poi si è sbloccato, ha evidenziato i suoi «numeri», cioè la qualità, ma poi ha dovuto abbandonare per un infortunio alla spalla. (35’st KONE qualche giocata, qualche disimpegno)
ZAPATA 4 – Mamma mia che brutta prestazione! Un cipresso. Immobile, in balia della difesa avversaria. In poche parole impresentabile. È in evidente ritardo di condizione e la sosta del campionato potrebbe soccorrerlo. È uscito al 19′ della ripresa salutato dai fischi del pubblico. (19’st PERICA 6,5 – Sempre in agguato. Soprattutto un gol che dovrebbe aiutarlo nel suo processo di crescita).
All. IACHINI 7 – Abile stratega. Buon psicologo. Il cambio di modulo è stato azzeccato, ma l’Udinese non è ancora guarita e lo attende un duro lavoro.

CORSPORT
Karnezis8   Widmer6  Danilo6   Felipe7   Samir6   Badu6   Fofana6,5   Hallfredsson 6,5   De Paul6   Evangelista5,5   (35’ st Kone) sv  D. Zapata5   (19’ st Perica) 6,5  All. Iachini7

TUTTOSPORT

Karnezis 7,5 Tre autentici miracoli.
Widmer 6 Si limita a contenere.
Danilo 5,5 Non sempre riesce a trovare le soluzioni più opportune.
Felipe 6,5 Apre la gara con la decima rete in A.
Samir 6 In crescita costante.
Badu 5,5 Favorisce il contropiede di Saponara.
Fofana 6 E’ il giocatore con la “gamba più leggera”.
Hallfredsson 6 Cerca di sfruttare la sua fisicità.
De Paul 6,5 Primo tempo piuttosto in ombra, si riscatta nella ripresa.
Evangelista 6 In avvio si fa notare, cala alla distanza. Kone (35′ st) ng
Zapata 5 Lontano dai suoi standard. Perica (18′ st) 7 Entra con la giusta voglia: provoca un rosso e segna.
All. Iachini 6.5 I suoi soffrono ancora troppo.

GAZZETTA

KARNEZIS IL MIGLIORE 7,5 – Provvidenziale la doppia parata su Gila alla mezzora del primo tempo, il momento della svolta (in negativo) per l’Udinese. Si ripete in altri tre momenti.
WIDMER 5 – Troppo timido e impreciso: 15 passaggi sbagliati. Regala la fascia.
DANILO 5 – Regala a Saponara una palla che poteva costare cara. Timoroso.
FELIPE 6,5 – Il gol vale moltissimo. Ma non è impeccabile in copertura.
SAMIR 6 – Preferito ad Armero (mal di schiena), poca spinta. Ma è un centrale adattato.
BADU 5 – Festeggia nel modo peggiore il fresco rinnovo del contratto fino al 2020. Fantasma.
FOFANA 6,5 – Inizio strepitoso per questo francesone che a tratti ricorda Pogba. Poi cala. Ma non è certo un play.
HALLFREDSSON 6,5 – Per lottare, lotta. Sempre al centro.
EVANGELISTA 6 – Parte bene, ma la benzina finisce troppo presto. KONE – S.V.
DE PAUL 6,5 – Ha il numero di Totò sulla maglia e gli rende onore, anche se sbaglia molto.
ZAPATA 5 – Lento, macchinoso, piedoni ruvidi: da rivedere lo stop a seguire nel primo tempo.
PERICA 6,5 – Se non altro fa più movimento di Zapata. Ci crede sul gol.
IACHINI 6 – Cambia modulo e viene premiato. Ma due trequartisti non servono se manca il centravanti. C’è ancora molto da fare.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy