Udinese: le pagelle dei quotidiani sportivi nazionalinali e locali

Udinese: le pagelle dei quotidiani sportivi nazionalinali e locali

Le pagelle e i voti dati ai bianconeri dopo il pari di Verona.

Commenta per primo!

TUTTOSPORT

KARNEZIS 6 – Solo un’uscita bassa, poi ordinaria amministrazione.
WIDMER 6 – Uomo mascherato, ma dalla sua parte non si passa.
DANILO 6 – Gara accorta, senza fronzoli
FELIPE 6 – Preciso negli anticipi
SAMIR 6 – Difende bene e prova anche a proporsi in fase offensiva.
FOFANA 5,5 – Tanta confusione, specie nella gestione della palla.
ADNAN 6 – Suo l’unico tiro in porta della gara, ma Sorrentino gli dice di no.
HALLFREDSSON 6 – Ordinato nel ruolo di play basso, buono anche nella fase difensiva.
JANKTO 5,5 – Prova a incidere, gli riesce poco o nulla.
KUMS – N.G
DE PAUL 5 – Abulico e poco determinato, da lui ci si aspetta di più.
MATOS – N.G.
ZAPATA 6 – Fa a sportellate con i difensori del Chievo, ma non riesce mai a liberarsi per il tiro.
THEREAU 6 – Cerca il gol dell’ex, ma il Chievo lo teme e lo limita.
DELNERI 5,5 – Un passo indietro della sua Udinese rispetto alla gara con il Milan.

CORSPORT

KARNEZIS – 6 WIDMER – 6 DANILO – 6 FELIPE – 6,5 SAMIR – 5,5 FOFANA – 5 ADNAN – 6 HALLFREDSSON – 6 JANKTO – 6 KUMS – S.V. DE PAUL – 5 MATOS – S.V. ZAPATA – 5,5 THEREAU – 5,5 DELNERI – 5,5

GAZZETTA

KARNEZIS 6 – Sufficienza di stima, resta ai confini del senza voto.
WIDMER 6 – Lo svizzero mascherato non gioca con la solita intensità. Paura comprensibile dopo l’operazione alla fronte.
DANILO 6,5 – Notevole la chiusura su Pellissier all’inizio e la sponda per Adnan.
FELIPE 6 – Vita facile con Meggiorini e Pellissier. Entra nell’unica azione pericolosa della gara.
SAMIR 6 – Terzino adattato, presidia la fascia.
FOFANA 5,5 – “Può dare di più”, dice Delneri. In effetti paga qualcosa alla stanchezza.
ADNAN 6 – Pronti via, perde un pallone. Poi firma l’unico storico tiro della gara.
HALLFREDSSON 6,5 – Da tre partite è lui il regista titolare dopo aver fatto per anni la mezzala. Frena Birsa, imposta, recupera. Chiude con 32 passaggi a buon fine.
JANKTO 6 – Il ragazzo ci sa fare: corsa, personalità e un paio di tiri fuori. Chiude al centro. KUMS – S.V.
DE PAUL 5,5 – Piccolo passo indietro: si limita a recuperare palloni, quasi fosse un mediano. MATOS – S.V.
ZAPATA 5 – Continua il digiuno: non segna dall’11 dicembre. Un tentativo di testa e poco altro.
THEREAU 5 – Sentiva la partita dopo 4 anni di Chievo? Forse. Impalpabile.
DELNERI 6 – Squadra solida e idea di gioco ben definita. E avanti con i giovani.

MESSAGGEROVENETO

6 KARNEZIS Nel primo tempo l’unica parata che deve compiere è quella su Pellissier. Ma arriva a gioco fermo perchè l’attaccante del Chievo era in posizione di fuorigioco. La parata vera è quella in uscita su Meggiorini. Per il resto a lungo inoperoso.
6 WIDMER Il primo pallone che colpisce è di testa per anticipare Pellissier. Rotto il ghiaccio si muove con attenzione ma senza quella spavalderia che aveva dimostrato prima dell’infortunio. La mancanza della sua spinta si fa sentire nell’economia del gioco bianconero.
6,5 DANILO Bravo a chiudere in spaccata sul tentativo volante di Pellissier. Verso la mezzora è protagonista di una percussione centrale conclusa con una buona verticalizzazione per Zapata. A inizio ripresa altre due buone chiusure. Il miglior bianconero in campo.
6 FELIPE Pronti via e si fa sfuggire Meggiorini, ma quella resta l’unica macchiolina di una partita che poi lo vede gestire con sicurezza le poche occasioni in cui viene chiamato in causa. Sempre pulito, uno dei pochi a sbagliare poco anche a livello tecnico su un campo inguardabile.
6 SAMIR Un paio di anticipi e uscite palla al piede eleganti. Il Chievo arriva dalle sue parti un paio di volte con Frey, poi nella ripresa è solamente ordinaria amministrazione. Sbaglia un paio di traversoni che non sono da lui.
5 FOFANA Brutto da vedere il modo con cui si imbambola almeno tre volte perdendo malamente palla in mezzo al campo. Che poi gli avversari non ne approfittino questa è un’altra storia. Uno che ha fatto eurogol come i suoi non buon sbagliare così tanti passaggi.
6,5 HALLFREDSSON Se Birsa disputa una delle sue peggiori partite della stagione lo si deve anche alla prestazione di grande sostanza dell’islanedese che è sempre al posto giusto al momento giusto sulle linee di passaggio. Va anche alla conclusione con un sinistro che avrebbe potuto essere insidioso per Sorrentino se non fosse stato deviato dalla testa di un avversario.
5,5 JANKTO Anche lui poco preciso negli appoggi e lento nella giocata. E anche quando ha la possibilità di mettere in mezzo un paio di palloni interessanti il dosaggio è sempre sbagliato.
5,5 DE PAUL Stecca la prima partita del 2017. Come spiegava Delneri alla vigilia deve imparare a sceglier meglio la giocata: ieri ha sbagliato spesso in questo particolare. Piazza un buono spunto saltando due avversari, qualche minuto dopo ritarda il cross finendo con il portarsi il pallone oltre la linea di fondo. Mezzo punto in più per il cross non sfruttato da Thereau.
5 ZAPATA Tecnicamente approssimativo come dimostrano alcune sponde (una addirittura con la suola su un pallone che gli arriva da rimessa laterale). Se non gioca con foga e rabbia agonistica paga dazio ancor più dei giocatori tecnici. Con quella di ieri sono diventate sette le partite a digiuno di gol. Cominciano a essere tante.
5 THEREAU Prestazione simile a quella di Empoli, ovvero la peggiore della sua stagione. Trotterella per il campo stando sempre lontano dall’area di rigore. Mai un’accelerazione, mai una genialata delle sue. Una girata di destro da buona posizione termina alta. Addirittura irritante a inizio ripresa quando cerca un dribbling di tacco invece di innescare un contropiede con tre compagni liberi alla sua sinistra. Spento.
6 ADNAN Delneri lo inserisce al posto di uno spento Fofana. L’iracheno si piazza largo a sinistra con il compito di piazzare qualche cross in mezzo. Un paio ne mette, ma la sua giocata più pericolosa è il pallonetto di testa che Sorrentino gli toglie da sotto la traversa. Di fatto è stata l’unica occasione bianconera di tutta la partita. Aveva cominciato con un retropassaggio sbagliato che aveva innescato il contropiede clivense.
6 MATOS Ha il merito di causare l’espulsione di Cesar e dare l’illusione di vedere negli ultimi dieci minuti una partita diversa. Nel complesso, però, risulta un po’ troppo timido.
SV KUMS Entra nei minuti di recupero al posto di Jankto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy