Udinese: Le pagelle dei quotidiani sportivi e locali

Udinese: Le pagelle dei quotidiani sportivi e locali

Le pagelle all’Udinese dopo la vittoria sul Milan da parte della stampa nazionale e locale

Commenta per primo!

TUTTOSPORT

KARNEZIS 5,5 – Balbettante su Bacca e nell’occasione che porta al palo di Lapadula. Buono per i fotografi il tuffo sulla punizione di Suso.
FARAONI 5 – In mezz’ora, prima di farsi male, trova il tempo di regalare il vantaggio al Milan e sbagliare di testa il pallone del pareggio a due metri da Donnarumma.
ANGELLA 5,5 – Esce Faraoni, ma da quella parte l’Udinese continua a imbarcare acqua.
DANILO 6,5 – Impeccabile a protezione di Karnezis.
FELIPE 7 – Annulla Bacca e guida la difesa con grande maestria.
SAMIR 6 – Fatta eccezione per l’azione del gol, limita i danni su Suso.
FOFANA 6,5 – Con  i suoi strappi, fa ammonire Pasalic e Romagnoli.
ADNAN 6 – Alza l’argine.
HALLFREDSSON 6,5 – Fa scudo davanti alla difesa, senza disdegnare di ripartire, come prova l’assist per l’1-1.
JANKTO 6,5 – Oltre all’assist per De Paul, regala altre giocate importanti
DE PAUL 6,5 – Il primo gol in A mette il sigillo a una grande prestazione. Mezzo voto in meno per il fallaccio da rosso su De Sciglio.
HEURTAUX – S.V.
ZAPATA 5,5 – Il suo fisico da incredibile Hulk mette in difficoltà i milanisti, con i piedi però è una sciagura.
THEREAU 7 – Impegna subito Donnarumma e poi lo buca con freddezza trasformando in oro il passaggio di Hallfredsson. Nella ripresa, oltre a dare il la alla ripartenza del 2-1, mette il piede in tutte le azioni pericolose dell’Udinese.
DELNERI 6,5 – Acciuffa la prima vittoria del 2017 quando nessuno ci avrebbe più scommesso un euro.

CORSPORT

THEREAU 7 – Per fortuna non stava bene. I milanisti lo guardano e molti pensano: vorrei essere lui.
DE PAUL 7 – Sarebbe da lode accademica, non ci fosse l’intervento spietato su De Sciglio.
DELNERI 7 – Non appena gli tolgono Bonaventura dai piedi, afferra la partita e la rovescia.
HALLFREDSSON 6,5 – Trazione continua. Un assist, un gol lambito. Bene.
JANKTO 6,5 – Quando l’Udinese prende il sopravvento ci mette la sua freschezza giovanile.
FOFANA 6,5 – Energico, intraprendente, impreciso nelle soluzioni.
DANILO 6,5 – Deve interrompere spesso le intricate ragnatele di passaggi degli avversari.
FELIPE 6,5 – Il Milan si spegne anche prima di arrivare nell’area bianconera. Ma non è colpa sua.
ANGELLA 6 – Bacca lascia tranquilli un po’ tutti i difensori, anche lui.
ADNAN 6 – Pochi minuti per tenere d’occhio la resistibile pressione finale del Milan.
KARNEZIS 6 – Esita su un pallone che Lapadula manda sul palo. Per il resto è sicuro.
SAMIR 6 – Qualche cross decente, ma lascia fare Suso sul gol.
ZAPATA 6 – Sforzi immani, però un attaccante deve almeno individuare dove sia la porta.
FARAONI 5 – Concede il gol a Bonaventura e lo nega goffamente a se stesso. Merita gli auguri dopo l’Infortunio.

GAZZETTA

KARNEZIS 6 – Respinte non sempre ortodosse, però evita guai peggiori. La parata più regolare è in volo su punizione di Suso.
FARAONI 5 – Terza consecutiva da titolare a destra dove manca Widmer e altro errore sui gol avversari. La giornata nera prosegue: non arriva alla deviazione giusta per l’1-1 e si fa male.ANGELLA 5,5 – Dentro per Faraoni, patisce parecchio a terra con Deulofeu.DANILO 6 – Qualche scricchiolio, soprattutto nel primo tempo, quindi decide di andare sul pratico.
FELIPE 7 – In mezzo all’area è il più deciso, in qualsiasi maniera. E quando sbaglia, recupera subito.
SAMIR 6 – Suso è il solito cliente ostile, gli lascia il cross del gol ma attenua altri spunti, usando la velocità nel breve.
FOFANA 6 – Azioni eleganti, riconquiste pulite ma dopo sbaglia troppo spesso il passaggio decisivo.
ADNAN 6 – Dentro per alzare il muro sul centro sinistra.
HALLFREDSSON 7 – Ancora centrale per l’assenza di Kums, dà la palla dell’1-1 , è costante ed essenziale con 10 recuperi.
JANKTO 7 – Corsa e variazioni tattiche per mettere in difficoltà Kucka, dirige il 2-1 con l’assist a De Paul.
DE PAUL 6,5 – Prima rete in campionato, incide anche sull’1-1 però prima del raddoppio rompe De Sciglio e poteva essere espulso (HEURTAUX – S.V.)
ZAPATA 5 – Lavora meno e sbaglia di più. Davanti alla porta è una benedizione per gli avversari.
THEREAU IL MIGLIORE 7 – A secco da oltre un mese, prima tira sul portiere, poi non fallisce. Favorisce il 2-1 e gli va fuori un giro alto. Qualche errore in mezzo a tante scene belle.
DELNERI 7 – Dopo 3 sconfitte consecutive, ritrova carattere e sorte. Udinese da 4-3-3 come al solito, con variazioni di 4-4-2 in fase difensiva oltre al caro 4-1-4-1.

MESSAGGERO VENETO

KARNEZIS 6 – Sulla girata di Bonaventura è praticamente vittima designata. Nel secondo tempo non è impeccabile sulla conclusione centrale di Deulofeu e sul calcio d’angolo che non trattiene consentendo a Lapadula di calciare sul palo esterno. Semplice da bloccare il tocco centrale di Pasalic.
FARAONI 5,5 – Dopo l’errore che era costato il Ko di Empoli, ecco l’amnesia che dopo 9′ consente al Milan di sbloccare il risultato: perde malamente Bonaventura che ha addirittura il tempo di stoppare prima di calciare. Cerca di rifarsi e nell’occasione in cui va vicino al pareggio si fa male al ginocchio. L’augurio, ovviamente, è che non sia niente di grave.
DANILO 7 – Un paio di incomprensioni con Karnezis non macchiano una prestazione che nell’uno contro uno con Bacca è stata praticamente perfetta. Mai superato nell’uno contro uno, ha guidato con grande intelligenza la difesa che ha concesso poche conclusioni agli avanti rossoneri.
FELIPE 7 – A fine primo tempo strappa l’applauso con una diagonale difensiva su Deulofeu che forse non era di sua competenza. Nel finale è piazzato bene e di testa manda in calcio d’angolo un pallone che poteva risultare fatale. E quando c’è da spazzare il pallone in tribuna non si fa pregare due volte. Prestazione impeccabile.
SAMIR 6,5 – Forse concede un po’ troppo spazio a Suso che può dosare il cross per Bonaventura. Nella ripresa riesce a murare la conclusione mancina dell’avversario che lo costringe a prendersi un’ammonizione per gioco falloso. Considerato il livello del suo dirimpettaio, si merita comunque una sufficienza abbondante.
FOFANA 6 – Per 30 minuti i centrocampisti del Milan non sanno a che santo votarsi per stargli dietro. Le impennate dell’Udinese partono quasi sempre da sue iniziative, poi nel secondo tempo, complici anche un paio di errori banali negli appoggi, si perde. Era stato lui a perdere il pallone da cui era nato il vantaggio rossonero.
HALLFREDSSON 7,5 – L’islandese sfodera la miglior prestazione da quando indossa la maglia bianconera. Perde un brutto pallone in uscita nel primo tempo, ma poi è praticamente perfetto e infatti, a parte una ripartenza di Pasalic, non si fa mai trovare fuori posizione. E in fase di palleggio gestisce palla con grande acume. Sulo l’assist dell’1-1. Nel finale cerca la gioia personale con un sinistro fuori di poco. Quasi perfetto.
JANKTO 6,5 – Suo il traversone che Faraoni non riesce a mettere in porta a due passi da Donnarumma, ma anche suo uno stop sbagliato che permette a Paletta di fermarlo mentre si sta lanciando verso la porta avversaria. Cresce alla distanza ed è suo lo strappo che porta alla rete della vittoria. E nel finale mette Zapata davanti a Donnarumma.
DE PAUL 7 – Si guadagna la ribalta con il diagonale che regala all’Udinese i tre punti. Continua a far registrare progressi costanti in fase di copertura, non è ancora abbastanza incisivo negli ultimi 16 metri. Questo gol, però, gli darà entusiasmo e fiducia.
ZAPATA 5,5 – Da 4 per gli errori in fase di conclusione, da sufficienza abbondante per come lotta e aiuta la squadra a salire in avanti. Insomma, il solito Zapata. Sulla prima palla gol, l’errore è nello stop, sul secondo calcia in pancia a Donnarumma che era già sdraiato a terra. Cosa gli avrebbero detto se sull’ultima azione il Milan avesse pareggiato?
THEREAU 7 – All’inizio fatica a carburare, perde qualche pallone di troppo, poi però è freddo a piazzare sotto la traversa il sinistro che vale il pareggio. La rete sembra quasi sbloccarlo: nella ripresa è ispirato e regala giocate d’autore: un assist per Zapata e un destro a giro fuori di pochissimo.
ANGELLA 6,5 – Delneri lo preferisce a Heurtaux quando si fa male Faraoni. Lui lo ripaga con una prestazione di sacrificio e sostanza contro un avversario, Deulofeu, che è più veloce di lui.
ADNAN 6 – Discreto contributo da mezzala sia in fase di chiusura che quando si tratta di ribaltare l’azione.
HEURTAUX S.V. – Entra negli ultimi minuti, quando Delneri opta per la difesa a 5.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy