Udinese-Palermo: I voti dei quotidiani locali

Udinese-Palermo: I voti dei quotidiani locali

I voti dei quotidiani locali all’Udinese dopo la gara col Palermo:

IL GAZZETTINO

KARNEZIS 5 – Ha letto male il cross da sinistra di Vazquez per il colpo di testa vincente da due metri di Rigoni.
HEURTAUX 5,5 – Prestazione dignitosa, senza acuti, senza marchiani errori nel primo tempo, mentre all’inizio della ripresa si è fatto superare con incredibile disinvoltura da Quaison che poi ha sbagliato il cross .

DI NATALE 6 – (26’st) Un paio di giocate alla…Di Natale, la dimostrazione che la classe non tramonta mai.
DANILO 6,5 – Insuperabile soprattutto nel gioco aereo, attento nelle chiusure anche se a volte eccessivamente maschio
PIRIS 6 – Ha patito qualche puntata di Trajkovski, poi si è via, via ripreso.
EDENILSON 6 – Una prestazione senza particolari acuti, ma ha eseguito il compito con la consueta diligenza.
MERKEL 5,5 – Gran movimento, ma gli è mancata la precisione
KONE 6 (13’st) – Era annunciato in non buone condizioni fisiche, ma è stato pericoloso in un paio di conclusioni, oltre a dare velocità alla manovra.

ITURRA 6 – Un guerriero, peraltro ingenuo nel farsi superare con irrisoria facilità da Vazquez in occasione del gol vittoria del Palermo, ma la sufficienza la merita tutta.
23’st MARQUINHO sv
FERNANDES 6 – Ha iniziato nel modo migliore, con azioni in verticale, ma nel secondo tempo, dopo un paio di conclusioni, ben presto ha esaurito il carburante.
ALI ADNAN 6,5 – Cresce a vista d’occhio. Deve migliorare nella fase difensiva, ma quando spinge è un pericolo costante per l’avversario. Nel finale è stato protagonista di tre cross che hanno fatto scricchiolare la difesa rosa nero.
THEREAU 5,5 – A corrente alternata. Non è ancora al top della brillantezza.
ZAPATA 6 – Prevedibile in tutti i movimenti nel primo tempo, poi si è svegliato e si reso protagonista di due diagonali insidiosissimi e di un colpo di testa che ha fatto gridare al gol e che ha esaltato Sorrentino. La sosta del campionato dovrebbe servirgli a riacquistare la brillantezza.
All. COLANTUONO 6 – Non ha alcuna colpa per lo scivolone. La squadra bianconera ha evidenziato calcio vero e alla fine il pubblico lo ha applaudito.

MESSAGGERO VENETO

KARNEZIS SV – Prende gol nell’unico tiro in porta che gli arriva in 90 minuti. Poi deve solo uscire nel finale per anticipare un avversario solo in mezzo all’area.

HEURTAUX 5,5 – Un paio di disimpegni da brividi, la solita difficoltà nel far girare il pallone, e poi quell’azione nella quale si fa lasciare sul posto da Quaison. Quando il Palermo rimane in dieci, Colantuono decide di togliere lui per passare alla difesa a 4.

DANILO 6 – Il Palermo non schiera un centravanti strutturato, dalle sue parti naviga Trajkoski che è una fastidiosa zanzara. Il brasiliano lo soffre soprattutto all’inizio, poi lo doma. Nel finale riesce a fermare un contropiede con un plastico intervento di testa.

PIRIS 5,5 – Troppo lontano da Rigoni nell’azione che decide la partita. Peccato perchè è l’unica macchia di una partita che per il resto gioca con le consuete determinazione e applicazione. Nell’ultima parte di gara fa coppia con Danilo.

EDENILSON 5 – Non gioca sui suoi migliori livelli e soprattutto si mangia in maniera incredibile il gol del pareggio. Stoppa in maniera egregia con il petto il lancio di Bruno Fernandes, ma poi ciabatta sopra la traversa il piattone destro. Nella seconda parte di gara è troppo timido, cerca il cross dalla trequarti quando invece dovrebbe rischiare l’affondo.

MERKEL 5 – Non gli si può certo gettare la croce addosso, anzi, visto da quanto tempo non giocava una gara di serie A non ha nemmeno sfigurato. Si vedeva ad occhio nudo che gli mancava il ritmo partita. Eppure era stato lui a rubare palla a El Kaoutari nell’azione poi non sfruttata da Thereau.

ITURRA 6 – Tosto e aggressivo in mezzo al campo, ma sul suo giudizio pesa come un macigno il modo troppo semplice con cui Vazquez lo scherza nell’azione del gol. Da un paio di recuperi sulla trequarti avversaria nascono due azioni pericolose che l’Udinese non riesce a sfruttare.

BRUNO FERNANDES 6 – Nel primo tempo il migliore dell’Udinese. Cerca il gol con un destro dalla lunga distanza, ma sorpattutto mette Edenilson davanti al portiere con un lancio da giocatore di talento. Alla fine cala un po’ e tutta la manovra dell’Udinese ne risente. Finisce come centrale al posto di Iturra.

ADNAN 6,5 – Spetta a lui il voto più alto per la determinazione con la quale gioca ma soprattutto per l’intraprendenza che mette in tutti i palloni che gioca. Non è velocissimo, ma la forza fisica non gli manca e conosce l’arte del cross. Suo il traversone nel finale per la testa di Zapata.

THEREAU 5,5 – L’uomo del colpaccio allo Juventus Stadium stavolta non concede il bis. Calcia alto con il sinistro da buona posizione, poi non riesce a coordinarsi per calciare con forza il pallone respinto da Rodriguez. Nel secondo tempo il suo colpo di testa finisce a lato per una questione di centimetri. Alla fine sono quelli che fanno la differenza.

ZAPATA 5,5 – Difficile dare un giudizio alla sua partita. Alla resa dei conti si era procurato un calcio di rigore e nel finale ha costretto Sorrentino alla parata più difficile della serata, però sono troppe le pause che si prende e troppe le occasioni in cui gioca da solo invece che dialogare con i compagni. Deve migliorare in tanti particolari.

KONE 5,5 – A Torino il suo ingresso era stato decisivo, stavolta no. Impegna il portiere con un destro dalla lunga distanza, ma fa anche un po’ troppa confusione. Vista l’ampia concorrenza che sia il caso di cederlo?

DI NATALE SV – Colantuono lo manda in campo negli ultimi 20 minuti, nel momento in cui l’Udinese resta in superiorità numerica. Gira attorno a Zapata aspettando la spizzicata giusta che non arriva. Piazza in area un cross non sufficientemente forte che Sorrentino fa suo.

MARQUINHO SV – Gioca poco, ma in quelle poche occasioni che ha il pallone tra i piedi si vede che ha personalità.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy