Udinese-Palermo: i voti dei quotidiani locali

Udinese-Palermo: i voti dei quotidiani locali

A seguire i voti dei quotidiani locali all’Udinese dopo la sconfitta interna col Palermo.

Messaggero Veneto

5,5 ORESTIS KARNEZIS Il sinistro di Lazaar, per potenza e angolazione, sembra davvero imparabile. Impossibile anche intervenire sul cross di Dybala. Però dopo una prestazione del genere non è proprio possibile salvare qualcuno.
4,5 IVAN PIRIS Strama lo schiera sul centro destra per aiutarlo in fase di palleggio. Destino vuole che sia proprio lui a perdere il sanguinoso pallone dello 0-2. Dopo l’intervallo non rientra più in campo.
5 DANILO LARANGEIRA All’inizio è pravo a contenere Dybala senza cadere mai nella tentazione di entrare rischiando il rigore. Completamente assente nell’azione del raddoppio, nella ripresa sembra tra i pochi a non perdere del tutto la bussola.
5 MOLLA WAGUE É lui che cerca di andare a chiudere su Dybala nell’azione del raddoppio rosanero. Avrebbe dovuto non far crossare in qualche modo il centravanti rosanero. Come Danilo è tra i meno peggio nella ripresa.
4,5 SILVAN WIDMER Timido, senza personalità, un’ombra. Invece di puntare l’uomo appoggia sempre il pallone all’indietro. Per un ragazzo che comincia ad avere oltre trenta presenze in serie A non è un bel segnale, anzi.
5 GIAMPIERO PINZI Stavolta c’è, ma l’Udinese perde anche con lui in campo. Non è al meglio e si vede, perde un pallone pericoloso sulla trequarti e dopo un quarto d’ora del secondo tempo mette a lato da buona posizione la palla del possibile 1-2.
4 MARQUES ALLAN Nei primi cinque minuti sembra di rivedere il miglior Allan, ma è un’illusione. Sbaglia tanto, troppo, ed è assente anche in fase di contenimento. Il più irriconoscibile di tutti nonostante disegni il corridoio per il destro vincente di Di Natale.
5 GUILHERME DOS SANTOS Più dinamico rispetto al solito, ancora troppo impreciso nei passaggi. A sua discolpa va detto che attorno a lui ci sono compagni che si muovo troppo poco senza palla. Il pubblico lo fischia. (Aguirre s.v.)
4,5 GABRIEL SILVA Sette giorni fa con il Genoa aveva dato segnali di risveglio, ieri è ripiombato nel letargo. Rispoli contro di lui fa un figurone neanche fosse Lichtsteiner. Arriva solamente una volta sul fondo per crossare.
5 CYRIL THEREAU Ecco un’altra delle grandi delusioni della giornata. Non si accende, nè come spalla di Totò, nè come attaccante di sinistra nel tridente. Fatica a trovare la posizione e finisce con l’andare in confusione.
5,5 ANTONIO DI NATALE Sfiora il gol dopo 2’ con un destro a giro che termina a lato, lo trova nel finale con un destro chirurgico. Si guadagna i pochi applausi della domenica con un paio di giocate di rabbia. Adesso Baggio è a meno uno.
5 STIPE PERICA Stramaccioni sceglie i suoi centimetri a inizio ripresa per cercare di buttarla sul fisico. Il ragazzo ci mette impegno, ma i risultati sono scadenti. É comunque l’ultimo al quale gettare la croce addosso.
5 EMMANUELL BADU Fischiatissimo il suo ingresso al posto di Thereau. La disapprovazione pare fosse per la scelta più che per la persona. Al primo pallone giocato partorisce un cross inguardabile che finisce in curva.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy