Quella volta che…

Quella volta che…

23 settembre 1984. Sotto una pioggia incessante, la Lazio si fa travolgere dal treno Udinese: gol di Galparoli, Zico, Selvaggi, Mauro e Carnevale.

di Redazione

La vittoria più rotonda dell’Udinese sulla Lazio arriva nella stagione 1984/85 con un 5-0 casalingo.

Sotto una pioggia incessante, i biancocelesti si fanno travolgere dal treno Udinese: gol di Galparoli, Zico, Selvaggi, Mauro e Carnevale.

Le parole amare dell’allenatore Carosi: “Non siamo esistiti. L’Udinese ha maramaldeggiato con una squadra morta: il risultato parla chiaro. La Lazio è scesa in campo in atteggiamento presuntuoso. Bisognerà darsi una regolata”. Quelle invece lapidarie del presidente Chinaglia: “La sconfitta a piena mano (5 gol) dice tutto, non serve proprio che lo aggiunga parola”. Il portiere Orsi ha poi commentato: “L’Udinese pareva formata da marziani, visto che nessuno della Lazio riusciva a fermarla; nell’occasione del secondo gol mezza Udinese poteva segnare, ha segnato Zico a distanza ravvicinatissima”.

Ovviamente contento invece Carnevale che ha segnato l’ultima rete: “Sono stato egoista — ha detto — non ho passato il pallone al liberissimo Selvaggi perché volevo fare il gol e non mi sono lasciato sfuggire l’occasione”.

La pesante sconfitta di Udine porta all’avvicendamento sulla panchina biancoceleste: vi arriva Juan Carlos Lorenzo contattato dal presidente a Miami, dove si trovava in vacanza, nella notte tra lunedì e martedì.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy