Corsport: Balotelli fa il Milan più bello

Corsport: Balotelli fa il Milan più bello

Commenta per primo!

Anche l’analisi del Corsport è tutta in chiave Milan.

Un tempo di Milan e Balotelli, un tempo di Udinese e Duvan Zapata. Cinque gol, partita letteralmente spaccata in due, 3-0 dal 1’ al 45’ per il Milan, unica squadra in campo, 2-0 dal 45’ al 90’ per l’Udinese, unica squadra in campo. In serate come questa, ci sono rammarichi sull’uno e sull’altro fronte. Più corposi quelli di Colantuono che ha infilato la quarta sconfitta a fila, ma sulla schiena di Mihajlovic resteranno per tutta la settimana perline di sudore freddo. Se l’è vista brutta nella ripresa, quando la sua squadra non ha più preso palla, dopo aver giocato un primo tempo a tratti entusiasmante.  

(…) La quasi rimonta. Già non si intravedeva la possibilità di un rientro in gara dell’Udinese quando il Milan l’ha definitivamente schiacciata, o almeno così ha creduto, al primo minuto di recupero del primo tempo. Angolo di Bonaventura, testa di Cristian Zapata in elevazione su Fernandes e Ali Adnan, tre a zero. A Colantuono non restava che una mossa, cambiare l’assetto mettendo Duvan Zapata. Così ha fatto, fuori Piris (a rischio espulsione con un giallo sulla schiena), squadra col rombo, con Thereau trequartista su Montolivo (era l’ora) e Di Natale in attacco con Zapatone. La reazione dell’Udinese è stata spaventosa. A quel punto non aveva nient’altro da perdere, non era sull’orlo del baratro, ma già dentro, era libera di testa e in meno di un quarto d’ora ha rimesso la partita in piedi.  

 Da uno Zapata all’altro. Proprio dall’ex napoletano è partito il cross che, rifinito da Di Natale, è diventato l’assist per il gol di Badu. Sembrava un’altra squadra, soprattutto c’era in campo un altro Thereau che a sinistra ha sfondato la linea difensiva del Milan e ha messo al centro la palla che Duvan Zapata ha toccato in rete. Il Milan non c’era più. Mihajlovic ha provato a frenare la pressione friulana con Poli (interno) al posto di Honda (Bonaventura è andato a fare il trequartista e poi l’esterno sinistro). Con Fernandes e Wague, l’Udinese ha avuto la possibilità di realizzare il miracolo, ma non ce l’ha fatta e si è fermata solo con l’espulsione di Fernandes (doppio giallo, il secondo per aver sbattuto il pallone per terra) in pieno recupero. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy