Corsport: Il Palermo si bitta via

Corsport: Il Palermo si bitta via

L’Udinese invece ha lo scavato Thereau (che partita! un gol e un palo) e la promessa Fofana che ha inventato il gol stronca-rosa. Ecco la differenza.

Commenta per primo!

Spazio sul Corriere dello Sport per la vittoria dell’Udinese.

Diluvia sul Palermo. Sotto una pioggia incessante per almeno tre quarti di gara, De Zerbi incassa la quinta sconfitta consecutiva al Barbera dove la squadra non ha fatto neanche un punto, record negativo mai registratosi nella storia rosanero. Tre ko di fila con 11 gol subìti mettono inevitabilmente a rischio la posizione del giovane allenatore bresciano che però dovrebbe restare al suo posto almeno fino alla gara di lunedì a Cagliari. La sensazione del resto è che il Palermo non difetti di mentalità o coraggio, ma proprio dei mezzi necessari per metterle in pratica in un campionato tecnico e difficile come la serie A. Di certo, queste batoste non facilitano l’autostima di una squadra che ha già cambiato rotta ad inizio stagione col cambio di Ballardini. 

 Vantaggio rimontato. La partita in fondo ha fotografato alla perfezione i limiti della squadra. Il Palermo non ha saputo difendere, come era già successo col Torino, il vantaggio ottenuto in avvio di gara col quarto gol del bomber Nestorovski. Ed ha poi perso la gara scoprendosi quando negli ultimi 20′ ha provato a forzare per vincerla. L’Udinese di Del Neri, che ha dato la svolta con due preziosissime vittorie su rivali dirette, era sembrata migliore sul piano strutturale ma abbordabile. Questo Palermo giovane di età e di esperienza non ha giocatori di rango capaci di dare il tocco in più e ne paga le conseguenze. Ieri uscito uno spompato Diamanti, De Zerbi ha provato con la gioventù dell’ungherese Sallai, troppo ingenuo per affrontare un campionato in cui ci si deve salvare. Prima uno sciocco tentativo di tunnel poi addirittura l’espulsione per due gialli in 5′. L’emblema di una squadra immatura e che fino a gennaio non potrà essere rinforzata come era logico avvenisse già in estate. L’Udinese invece ha lo scavato Thereau (che partita! un gol e un palo) e la promessa Fofana che ha inventato il gol stronca-rosa. Ecco la differenza. 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy