Corsport: Matri ferma il volo dell’Udinese

Corsport: Matri ferma il volo dell’Udinese

Commenta per primo!

IL commento del Corsport a Lazio-Udinese

Il calcio è semplice. Per trovare i gol servono un centravanti in grado di occupare l’area di rigore e ali che sappiano creare la superiorità nell’uno contro uno per mettere la palla in mezzo. La Lazio non ha avuto un centravanti per tutta l’estate e spesso, soprattutto in casa, non sfrutta come dovrebbe i suoi esterni offensivi, tra i migliori del campionato. Quando Pioli, dopo quasi un’ora di partita bloccata, ha deciso di inserire Matri, piazzando Keita e Felipe Anderson sulle corsie esterne, ha schienato l’Udinese con due gol nel cuore della ripresa e ha allontanato la crisi, cominciando a riconquistare l’Olimpico, attraversato dai malumori e vicino alla contestazione. Ha deciso una doppietta del centravanti arrivato in prestito (con diritto di riscatto) dal Milan all’ultimo giorno di mercato, acquisto tardivo ma indovinato, perché completa una buonissima squadra, piena di qualità e tuttora decimata dagli infortuni. Peccato per la Champions, ma se il gruppo ritroverà l’entusiasmo perduto potrà ancora regalarsi una stagione esaltante. Male l’Udinese. Ha accettato troppo tardi, e in modo incomprensibile, la sfida sul piano del gioco, diventando pericolosa un attimo prima che la Lazio sbloccasse il risultato. 

(…)n La Lazio ha avuto pazienza e un briciolo di buona sorte nel momento decisivo. L’Udinese è rientrata dopo l’intervallo con molta più intraprendenza. Due occasioni divorate da Adnan (tiro alto) e Thereau (tocco debole) per passare in vantaggio. Pioli ha svoltato con il doppio cambio. Dentro Matri e Felipe per Lulic e Candreva, che non aveva affatto demeritato. Forse era più logico sostituire Mauri, il capitano appena reintegrato, eppure il tecnico ha avuto ragione. Keita a sinistra si è scatenato. Ha innescato Felipe, dribbling e cross del brasiliano, corretto in rete da Matri con la deviazione ulteriore di Piris. Doppia prodezza di Marchetti su Kone, poi il raddoppio con un altro gol da vero centravanti. Percussione e botta di Keita, respinta di Karnezis, stop sbagliato di Kone, pallone artigliato con il destro e girata di sinistro in rete di Matri, subito in trionfo sotto la Nord. Meglio tardi che mai. La Lazio ha il suo nuovo bomber. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy