Corsport: Udinese coraggiosa

Corsport: Udinese coraggiosa

Il Corriere dello Sport analizza così la gara tra Udinese e Inter: “L’Inter irrompe in zona Europa League e, in attesa dei risultati di stasera, ha vissuto una notte a -1 dalla Fiorentina sesta e a -2 dalla Sampdoria quinta. E’ stato il tedesco Podolski, fino a pochi giorni fa oggetto misterioso, a far svoltare la stagione nerazzurra. Prima con l’assist per il 2-1 di Icardi contro la Roma sabato sera e poi con la rete (la sua prima in Serie A) che ha permesso ieri sera alla formazione di Mancini di piegare un’Udinese ridotta in 9 dalle espulsioni di Domizzi e di Badu. (…)  Guarin e compagni hanno vinto la partita nella ripresa, ma hanno costruito i presupposti per portare a casa i tre punti in una prima frazione nella quale hanno messo in campo un’intensità e un possesso palla importanti. (…) Il primo tempo dell’Inter è stato di grande sostanza soprattutto grazie a Hernanes, ma i pericoli maggiori alla porta del bravo Karnezis sono arrivati con i padroni di casa rimasti in inferiorità numerica. Il portiere greco negli ultimi minuti ha detto di no a Icardi e al Profeta (tiro ravvicinato), ma anche in precedenza aveva respinto un colpo di testa del brasiliano, che ha spinto in panchina per la quarta gara consecutiva Shaqiri. Ai punti la prima frazione non avrebbe avuto storia, ma Stramaccioni è comunque riuscito a limitare i danni anche grazie all’inserimento di Pasquale al posto di Guilherme per passare al 4-3-1-1 con Thereau dietro a Di Natale. 

(…) La ripresa è stata ancora più spettacolare e sono arrivati anche i gol. L’Inter è passata in vantaggio con un rigore generoso assegnato da Rocchi per una scivolata di Danilo su Kovacic che aveva già calciato. Icardi dagli 11 metri ha raggiunto Tevez in vetta alla classifica dei cannonieri a quota 18, ma i nerazzurri non sono stati bravi a mantenere la testa avanti e si sono fatti sorprendere da una ripartenza bianconera frutto di un fallo di Piris su Icardi, ma soprattutto di una gran giocata di Allan che ha apparecchiato la tavola per il gol numero 205 in A dell’implacabile Di Natale. (…) Proprio l’ex Arsenal, pochi secondi dopo essere entrato in campo, ha firmato il 2-1 con un bel sinistro da fuori, ma Mancini ha dovuto soffrire fino alla fine per gli errori di mira dei suoi e per le distrazioni che per poco non hanno permesso a un’Udinese coraggiosa di trovare il 2-2”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy