Gazzetta: Crisi Udinese, i senatori: «Mai giudicato Cola»

Gazzetta: Crisi Udinese, i senatori: «Mai giudicato Cola»

Commenta per primo!

Ancora spazio sulla Gazzetta dello Sport per l crisi in casa Udinese.

Quattro sconfitte di fila, la panchina di Stefano Colantuono è già in discussione. Comanda il dio risultato, com’è quasi inevitabile. Roberto Donadoni viene dato come suo possibile successore in caso di sconfitta a Bologna, anche se il direttore sportivo bianconero Cristiano Giaretta ieri si è affrettato a precisare che «anche in caso di un altro passo falso, il mister continuerà ad essere il nostro allenatore. Abbiamo una guida molto capace, una proprietà equilibrata e giocatori validi». (…)
POLEMICA Il difensore è stato uno dei tre bianconeri, assieme a Di Natale e Danilo, a incontrare mercoledì pomeriggio Giampaolo e Gino Pozzo. «Ho letto che ci sarebbero state chieste delle opinioni sul mister – le parole di Domizzi –. Non so come funziona da altre parti, ma so come funziona qui: non c’è nessun giocatore che può permettersi di andare dalla dirigenza a dare giudizi sul tecnico. E non è nemmeno corretto che passi il messaggio che il sottoscritto ha giocato perché è andato ad alzare la voce». Che Colantuono faccia le sue scelte in maniera autonoma lo racconta la sua storia di tecnico, che il mister possa avere avuto qualche scambio di vedute con alcuni giocatori rientra in una normale gestione dello spogliatoio. All’allenatore, al di là dei risultati, va dato atto di aver svolto un’ottima preparazione e di lavorare sodo durante la settimana. Il tecnico è convinto di poter portare la barca bianconera in acque sicure, ma la gara di Bologna sembra decisiva per il suo futuro. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy