Gazzetta: E adesso trema l’Udinese

Gazzetta: E adesso trema l’Udinese

L’Udinese raccoglie i cocci. Il patron Pozzo blinda Colantuono ma intervenendo a Udinese tv accusa il tecnico di preparare male fisicamente i giocatori. Poi chiude così: «L’allenatore non lo cambio, perché non c’è in giro di meglio».

Commenta per primo!

L’analisi su Genoa-Udinese da parte della Gazzetta dello Sport.

Finisce con Gian Piero Gasperini e Mattia Perin sotto la gradinata nord, ad esultare, idealmente insieme a Enirco Preziosi (assente allo stadio come è ormai abitudine da mesi), a godersi la loro piccola rivincita. Il tecnico e il presidente contestati dalla curva a inizio match, a suon di striscioni, ma difesi dal tutto il resto dello stadio. Il portiere protagonista in negativo sul gol dell’Udinese, ma anche eroe nel finale, quando, proprio al novantesimo, para un rigore addirittura a Totò Di Natale. Conclusione ideale di una giornata «da Genoa», da storia del Grifone, densa com’è stata di tensione, emozione, brividi e gioia. Con i tre punti, conquistati dai rossoblù dopo cinque partite senza vittoria, nello scontro diretto contro l’Udinese (sorpassata in classifica di un punto), mai arrendevole, ma che alla fine si ritrova ad allungare la serie negativa a otto partite nelle quali ha collezionato solo tre punti. E adesso il testimone della paura passa a lei. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy