Gazzetta: Il 3-5-2 in soffitta Doppio fantasista per l’Udinese 2.0

Gazzetta: Il 3-5-2 in soffitta Doppio fantasista per l’Udinese 2.0

Iachini ha lavorato a nuove soluzioni: «Evangelista-De Paul coppia perfetta, faremo strada»

Commenta per primo!

Spazio per il cambio modulo in casa Udinese anche sulla Gazzetta:

Beppe Iachini, che non è certo un rivoluzionario, ha deciso che era arrivato il momento di sparigliare le carte e quindi di cambiare il modo di giocare di una squadra da anni fedele allo stesso schema: il 3-5-2 con la variante del 3-5-1-1. Contro l’Empoli, il nuovo allenatore ha dunque provato la difesa a 4 e il doppio trequartista. Il risultato l’ha premiato, il gioco un po’ meno perché l’Udinese ha sofferto a lungo l’avversario. Ma si tratta di un primo segnale di svolta che non va sottovalutato: molto probabile, insomma, che Iachini riproponga il 4-2-3-1 alla ripresa del campionato contro il Milan a San Siro.
DOPPIO TREQUARTISTA La cosa più importante è che, ora, ci sono diverse varianti offensive. La prima è la coppia di creativi sudamericani dietro il centravanti. Idea interessante: il brasiliano Evangelista e l’argentino De Paul hanno proposto tante soluzioni offensive, spaziando e alternandosi alle spalle di uno Zapata in realtà piuttosto abulico, almeno contro i toscani. Il fatto di giocare col piede «sbagliato» (il primo è un mancino schierato a destra, il secondo fa l’esatto contrario) è un valore aggiunto: «Non danno punti di riferimento – spiega Iachini – perché possono cercare la profondità oppure giocare tra le linee e accentrarsi per tentare il tiro o l’imbucata». Il problema per l’Udinese è che non sono ancora al massimo della forma fisica. «Stanno recuperando, durante questa sosta si sono allenati con intensità». Quasi in solitudine: l’Udinese multinazionale ha perso dieci giocatori e la cosa non aveva reso felice il tecnico: «Li ritroverò soltanto a partire da martedì (domani, ndr) e finalmente capirò come giocare con il Milan».
DUE PUNTE Seconda possibilità: il 4-3-1-2 con De Paul alle spalle di Thereau e Zapata, quest’ultimo in evidente affanno («Ma nel primo tempo con la Roma non aveva fatto male»). E’ una soluzione che Iachini aveva studiato prima della partita contro l’Empoli, pensando di far debuttare dall’inizio il venezuelano Peñaranda, anche lui in ritardo come il brasiliano Ewandro. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy