Gazzetta: L’Udinese sta con Danilo. «Per noi è un vero leader»

Gazzetta: L’Udinese sta con Danilo. «Per noi è un vero leader»

Per gli ultrà il brasiliano non deve essere il capitano, la società non cambia idea

Commenta per primo!

Anche sulla Gazzetta spazio al ‘caso Danilo’.

Piena fiducia a Danilo. L’Udinese non cede alle richieste degli ultrà che non vogliono come capitano il brasiliano. Solo il buon senso può ricucire un rapporto che negli ultimi mesi si è deteriorato. E in ritiro i guai sono ricominciati. Nell’immediato post-campionato si pensava che Danilo, dopo cinque stagioni (l’ultima piuttosto deludente dal punto di vista tecnico), potesse anche lasciare il Friuli, invece è rimasto, con piacere, e la fascia è sempre sulla manica della sua maglia bianconera. 
SOCIETÀ Ieri il centrale brasiliano si è allenato in silenzio. Zero tifosi, nessun problema. La società gli fa scudo, ma soprattutto lo apprezza: «In questi giorni Danilo ha dimostrato di essere un vero leader, in campo e fuori. Sostiene, sprona e aiuta i compagni più giovani e i nuovi arrivati, è un esempio», sostiene il neo ds Nereo Bonato che predica buon senso. «Solo così la situazione si risolve. È un retaggio del passato, sicuramente è successo qualcosa di poco piacevole, in cui il giocatore ha delle colpe, ma il lavoro e lo spirito con cui Danilo si pone qui possono essere di grande aiuto». 
MERCATO Ieri ha ripreso ad allenarsi (col temporale) con i bianconeri Piotr Zielinski che andò via da promessa ed è rientrato da campione. Aspetta l’evolversi della situazione. Come altri. Nella lista partenti ci sono Widmer e Bruno Fernandes (al Torino piace, ma un’offerta concreta non c’è stata) tra i big, poi gli altri da far giocare: Bubnjic, Iniguez, Aguirre, uno tra Perica e Harbaoui. Ma il punto è che qui sono tutti cedibili, da un momento all’altro. Signori, è l’Udinese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy