Gazzetta: Magnanelli prima gioia, l’Udinese esce tra i fischi

Gazzetta: Magnanelli prima gioia, l’Udinese esce tra i fischi

La Gazzetta dello Sport titola facile: “Manganelli prima gioia, l’Udinese esce tra i fischi“.

Nell’articolo si legge: “Dieci anni fa Francesco Magnanelli stava concludendo la stagione alla Sangiovannese, in C1. Aveva giocato poco, e allora scelse di scendere di un altro gradino. Andò al Sassuolo, in C2. Ha così vissuto giorno per giorno la scalata del club, ne è diventato capitano e ieri si è tolto la soddisfazione che gli mancava: il primo gol in Serie A. (…) Da una parte una squadra con dieci italiani in campo, che parlano la stessa lingua anche in senso calcistico, e regalano al Sassuolo tre vittorie di fila in A per la prima volta nella sua storia. Dall’altra una formazione in cui ognuno sembra andare per conto proprio e che comincia con undici stranieri, per poi scoprire che i migliori sono i due italiani che entrano dalla panchina: il portiere Scuffet, il cui talento era apparso lampante già l’anno scorso salvo trascorrere tutta la stagione in panchina, e Di Natale, al quale basta un colpo – un pallonetto salvato da Cannavaro sulla linea – per risultare migliore di tutti gli altri attaccanti. 

(…) Inevitabili i fischi finali: motivo per cui Di Natale deve (deve!) continuare, non può essere stato il suo ultimo saluto. L’Udinese ha appena 41 punti, solo 17 nel girone di ritorno: a oggi, è la peggior stagione dal 2001-02. Stramaccioni si consoli: su quella panchina c’era Ventura, che poi qualche soddisfazione se l’è tolta”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy