Gazzetta, Marino a Udine, il ritorno

Gazzetta, Marino a Udine, il ritorno

A dargli il benvenuto il direttore generale Franco Collavino che quindici anni fa Marino «svezzò» quando l’attuale dg ricopriva il ruolo di segretario: “Pierpaolo è un amico, conosce bene l’ambiente di Udine e ha dimostrato nel corso della sua carriera, grandissima professionalità e preparazione”

di Redazione

Ecco cosa scrive la Gazzetta in merito al ritorno di Marino.

Via Pradè, dentro Marino. Tutto nel giro di 24 ore. Evidentemente all’Udinese erano preparati all’addio dell’ex dt ormai prossimo sposo della Fiorentina: non si spiega diversamente l’annuncio quasi immediato del ritorno in bianconero di Pierpaolo Marino, 64 anni, che con i Pozzo aveva lavorato dal marzo del 1998 fino all’estate del 2004 quando aveva accettato la proposta di De Laurentiis di ricostruire dalle fondamenta il Napoli. Marino prima di andarsene chiuse l’ultima operazione di mercato con l’Empoli: a Udine arrivò Totò Di Natale, che in Friuli segnerà 191 gol in serie A. Marino ieri mattina ha bevuto un caffè con Gino Pozzo negli uffici del club e i due si sono dati appuntamento nel pomeriggio per chiudere l’accordo. Marino, a differenza dei suoi predecessori (Bonato, Gerolin e Pradè) che firmavano un annuale, si è legato all’Udinese fino al 2022: «Sono felice di essere tornato a casa – ha detto Marino, neo dt, che in effetti abita a Udine -, il meglio deve ancora venire». Oggi, ore 12, verrà presentato.

Gestione

 É per me un piacere riaccoglierlo in società. Siamo certi che la sua esperienza e la sua competenza saranno preziose per gestire la squadra che va delineandosi per il prossimo campionato».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy