Gazzetta: Strama rimane, Stankovic verso l’addio?

Gazzetta: Strama rimane, Stankovic verso l’addio?

Clamorosa indiscrezione dalle pagine della Gazzetta dello Sport alla vigilia di Udinese-Inter. Il club bianconero, secondo la Rose, potrebbe perdere Dejan Stankovic. “Non è ancora un allarme – si legge – . Per adesso resta circoscritto nell’alveo della possibilità. Però va registrata: Dejan Stankovic, vice di Andrea Stramaccioni, potrebbe lasciare Udine al termine della stagione per tornare all’Inter con il ruolo di collettore tra giocatori e staff tecnico. Un compito delicato che non andrebbe a scalfire assolutamente quello di Sylvinho. Il brasiliano, nel caso arrivasse Dejan, rimarrebbe il vice di Roberto Mancini. 
Contratto in scadenza Un quadro che potrebbe delinearsi con più nitidezza nelle prossime settimane. Sono tanti gli indizi che portano a questa soluzione. Innanzitutto una scadenza. A un mese dalla fine del campionato il contratto di Stankovic con l’Udinese non è ancora stato rinnovato. Qualche accenno è stato buttato lì, ma nessuna trattativa per proseguire il rapporto è stata intavolata.

Completamente differente dalla situazione di Stramaccioni, per il quale Pozzo è stato chiaro: «Ce lo teniamo stretto, io sono un suo tifoso».
Su Stankovic l’articolo prosegue sottolineando che ” negli ultimi tempi il serbo avrebbe allentato la presa. Lo sfilacciamento con l’ambiente si è evidenziato anche per un piccolo evento. La richiesta di alcuni biglietti per un match casalingo dell’Udinese che solitamente vengono distribuiti gratuitamente a tutti i tesserati: una parte di quelli chiesti da Stankovic sono stati fatti pagare all’ex nerazzurro. Questioni di lana caprina, chiaro. Ma una spia di come il feeling e la fiducia potrebbero subire un allentamento. 
Infine un’ipotesi in caso di addio: “A decisione presa, passerebbe a valutare la soluzione migliore per la propria squadra. Con Totò Di Natale prossimo all’addio, non va scartata un’ipotesi che porti proprio verso il numero 10. Magari non subito”.

Insomma un caso che a Udine nessuno aveva mai sollevato sul quale la società sarebbe opportuno che rispondesse per evitare chiacchiere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy