Gazzetta: Zielisnki da urlo

Gazzetta: Zielisnki da urlo

Piotr Ziefinski sta prendendo per mano l’Empoli e la Gazzetta gli dedica una pagina assieme all’amico e compagno Paredes

Commenta per primo!

Piotr Ziefinski sta prendendo per mano l’Empoli e la Gazzetta dello Sport gli dedica una pagina assieme al compagno Paredes, classe ’94 entrambi, e tutti e due già in rampa di lancio.

Nell’aprile del 2013 Paredes è ancora in Argentina, quando Guidolin lancia un giovincello polacco alle spalle del totem Di Natale. Si chiama Piotr Zielinski e come Leandro è un classe ‘94. Gioca trequartista e spacca le partite in Primavera con l’Udinese. Gli avversari in Serie A non lo conoscono e lui trova varchi per far male: bene col Parma, devastante nell’anticipo serale contro la Lazio. Quando parte palla al piede ricorda il primo Kakà. È nata una stella? Piano. Perché Zielinski si perde nella stagione successiva. L’Udinese lo manda così a Empoli per maturare. Con Sarri va avanti ad alti e bassi, ma comincia il suo percorso, giocando per la prima volta nei tre in mediana. È però Giampaolo a plasmarlo definitivamente. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Meno scatti, più lavoro sporco e intelligenza tattica. A restare inalterato è il tocco morbido. Vedere per credere l’invenzione sul primo gol di Maccarone a Bologna. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy