IL Gazzettino: Al Friuli c’è l’Empoli «Serve calcio vero»

IL Gazzettino: Al Friuli c’è l’Empoli «Serve calcio vero»

Commenta per primo!

Apertura de Il gazzettino sulla prossima sfida contro l’Empoli con le parole di Colantuono

Un successo nell’anticipo di oggi alle 18 sull’Empoli, che rilancerebbe i bianconeri in vista del Milan, deve essere la naturale conseguenza di un gioco valido. È il comun denominatore dei concetti espressi da Stefano Colantuono in sede di presentazione. «Siamo obbligati a cercare di giocare bene – spiega – perché senza una buona prestazione solitamente non conquisti punti. Non ci mancano le motivazioni. Sappiamo che ci serve il risultato positivo: dobbiamo rimetterci in moto dopo due sconfitte, anche se contro il Palermo la squadra mi era piaciuta e avremmo meritato di conquistare l’intera posta. Con la Lazio invece abbiamo commesso qualche errore di troppo». L’Empoli però è squadra rognosa, che sa anche giocare a calcio, “figlia” di quella targata Sarri. Ha dunque le carte in regola per rovinare il pomeriggio dei bianconeri.
Cola lo sa e mette in guardia i suoi: «Contro Milan e Napoli i toscani hanno disputato due ottime partite. Continuano a giocare sul modello dello scorso anno, evidenziando buona qualità di palleggio. Tutti si conoscono a memoria e in panchina c’è un tecnico, Giampaolo, che ammiro e che non si sa bene per quale motivo sia finito ad allenare in LegaPro».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy