Il Gazzettino: Balbo punta sui giovani della rosa bianconera

Il Gazzettino: Balbo punta sui giovani della rosa bianconera

Apertura de Il gazzettino riservata all’intervista ad Abel Balbo che parla della situazione in attacco, dopo l’infortunio di Zapata e la possibilità di ritornare sul mercato: «Non voglio entrare nel merito di questa situazione, la società sa il fatto suo, l’allenatore è bravo e competente. Tutto però è legato alle aspettative che ci sono sui vice di Di Natale e Thereau, i due ragazzi Aguirre e Perica. Sono giovani e l’Udinese da sempre ha privilegiato questa politica. Non mi stupirei che entrambi vengano responsabilizzati maggiormente con risultati apprezzabili. A parte questa considerazione, sia per Perica sia per Aguirre c’è la possibilità di sfruttare l’opportunità che viene data loro dalla sfortuna che si è accanita contro Zapata. La loro voglia di crescere potrebbe rappresentare la fortuna dell’Udinese».

– Come giudica il campionato dell’Udinese?
«Strano. La squadra è partita con il piede giusto, ha espugnato il campo della Juve, poi è caduta quattro volte di fila. Ma nel momento in cui veniva considerata in crisi ha reagito. Ha vinto a Bologna – e vincere non è mai facile – poi ha pareggiato con il Genoa. È meno bella rispetto a qualche anno fa, ma rimane squadra che sa farsi rispettare, che saprà reagire anche alla sfortuna».
– L’obiettivo minimo massimo è dunque rappresentato dalla salvezza?
«Lo è sempre stato, non ho mai sentito lanciare proclami dai Pozzo che sanno il fatto loro. Ma è indubbio che quest’anno è insorto qualche problema di troppo: mi riferisco agli infortuni e incidenti di Guilherme e di Zapata, per cui il cammino sarà ancora più tortuoso, ma alla fine l’Udinese centrerà una stagione positiva; non credo proprio che dovrà lottare sino alla fine per la sopravvivenza anche se nel calcio non bisogna mai dire mai».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy