Il Gazzettino: Colantuono, chiesto il giudizio per frode

Il Gazzettino: Colantuono, chiesto il giudizio per frode

Commenta per primo!

Anche Il Gazzettino, ovviamente, dedica l’apertura al caso Scommesse che vede coinvolto Stefano Colantuono rinviato a giudizio dalla procura di Cremona. Una botta tremenda per il Cola, che si è sempre dichiarato estraneo a tutto. Del resto né il suo nome, né le sue iniziali compaiono nel sms intercorso tra l’ex capitano atalantino Cristiano Doni e il portiere barese Nicola Santoni.
ESTRANEO – Colantuono più volte ha gridato la propria estraneità e ribadito che tutto si chiarirà. Lo ha fatto anche nella conferenza stampa di lunedì. Ora invece non parla, amareggiato dal ritrovarsi coinvolto, suo malgrado, in una vicenda che non lo rende sereno. La società è tutta con lui. Ha sempre creduto, e lo fa anche oggi, che la posizione si chiarirà. Altrimenti non lo avrebbe scelto per tentare il riscatto. Nell’ipotetico caso che alla fine dovesse essere sottoposto a processo, rischierebbe una squalifica da scontare in campionato, come era successo tre anni fa a Conte (appiedato per 10 mesi, poi ridotti a quattro).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy