Il Gazzettino: Colantuono, ora suona la viola!

Il Gazzettino: Colantuono, ora suona la viola!

La situazione on casa bianconera con Di Natale al centro dell’attenzione

Commenta per primo!

Apertura de Il Gazzettino dedicata al momento dell’Udinese dopo tre vittorie consecutive, con Di Natale al centro dell’attenzione.

Due reti per cercare di lenire il mal di pancia che lo sta tormentando dall’inizio di stagione, ovvero per convincerlo che ci vorrà ancora tempo prima di chiudere l’avventura con l’Udinese con cui si è affermato come uno dei migliori attaccanti a livello assoluto. È scontato che Totò Di Natale rivedrà l’intenzione di attendere la sosta natalizia per divorziare dal club bianconero. Rimarrà, vedrete. Del resto non è la prima volta che il capitano ritorna nei propri passi dopo aver minacciato di fare le valigie e di cercare fortuna altrove. Si rende conto che l’Udinese ha ancora bisogno di lui e lui dell’Udinese; i suoi compagni di squadra non hanno alcun dubbio in proposito e il suo presunto «nemico», Colantuono, ancora una volta lo ha esaltato. Come tutta l’Italia sportiva, a partire da Giancarlo De Sisti, storica bandiera dalla Fiorentina che in Friuli sedette in panchina nella stagione ’86-’87 che ha parlato della partita di domenica al Franchi: ««È impensabile pensare a un calcio senza Totò Di Natale» ha commentato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy