Il Gazzettino: Colantuono resta ottimista

Il Gazzettino: Colantuono resta ottimista

Apertura de Il gazzettino con l’analisi sulla sfida tra Verona e Udinese e le parole di Colantuono.

In attesa di tempi migliori, va bene pure il pari soprattutto se conquistato in trasferta. Per cui Colantuono a fine gara è visibilmente soddisfatto, la squadra lo ha assecondato, ha lottato, ma riagguantato l’Hellas, correndo poco pericoli.
«È così, mi sembra che il nostro portiere abbia svolto un lavoro di ordinaria amministrazione. Nella prima parte la gara è parsa bloccata, le due squadre hanno avuto paura di subire il gol. Poi siamo passati in svantaggio per un rigore concesso con generosità da parte dell’arbitro: Siligardi si è gettato a terra con ritardo. Pazienza. Ma dopo essere stati in svantaggio c’è stato un monologo da parte della mia squadra, specie nel secondo tempo. Li abbiamo messi lì, abbiamo creato, abbiamo fatto una buona partita. Abbiamo mutato anche pelle nel corso della seconda parte, siamo passati al 4-4-2, poi ho mi sono affidato alle tre punte, anche perché chi non rischia non rosica, ma anche in questo caso non abbiamo corso pericolo alcuno. Va bene così, siamo in emergenza, stiamo facendo di necessità virtù, per cui il punto ce lo prendiamo più che volentieri, oltretutto sul campo di una nostra rivale, anche se nel finale con un pizzico di lucidità in più avremmo potuto anche conquistare l’intera posta in palio contro una formazione che ha fatto di tutto per renderci la vita difficile».

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy