Il Gazzettino: Colantuono studia l’asse di centrocampo

Il Gazzettino: Colantuono studia l’asse di centrocampo

Apertura de Il Gazzettino con le ultime in casa Udinese in vista della sfida col Verona.

Aspettiamoci domani al “Bentegodi” un derby accesissimo che dovrebbe richiamare sugli spalti almeno 25mila persone, ma non etichettiamolo come uno spareggio per la sopravvivenza; è ancora troppo presto per fare simili discorsi, il soccombente avrebbe modo e tempo per riprendere a correre e a centrare l’obiettivo minimo-massimo che è rappresentato dalla (comoda) salvezza.
Di certo Colantuono sta meglio di Mandorlini, che nell’aprile scorso sembrava fosse il successore di Guidolin sulla panca bianconera, ma in caso di sconfitta la sua posizione verrebbe messa in discussione e nessuno gli concederebbe l’alibi (che esiste, eccome) per l’assenza di troppi elementi su alcuni dei quali faceva non poco affidamento come Guilherme e Zapata, la mente e il braccio della nuova Udinese. La verità è che la sua squadra domani sarà priva, oltre che dei due citati elementi, di Merkel, di Evangelista, di Heurtaux, di Kone, quasi sicuramente anche di Pasquale. Senza dimenticare che Thereau è da tre settimane che lavora in maniera differenziata per un problema a una gamba che sembra insensibile a ogni tipo di terapia.(…) 
CENTROCAMPO – Rimane il settore con i maggiori problemi che aumentano mese dopo mese dato che è orfano di tre elementi e tra i superstiti Lodi e Marquinho sono ancora in ritardo mentre Badu potrebbe risentire degli impegni con la nazionale, del fatto che è rientrato l’altro ieri sera e che è un pò stanco. Come del resto il difensore Piris pure lui rientrato a Udine l’altra sera. Colantuono è chiamato a non sbagliare la scelta dei tre centrali. Sembra orientato a confermare Lodi in cabina di regia, Badu alla fine dovrebbe agire da mezzala destra, mentre per l’altra mezzala c’è il dilemma Iturra, che garantisce più filtro alla difesa, ma minor qualità e Marquinho. Quest’ultimo sembra favorito, ma Colantuono chiede (giustamente) tempo, non c’è alcuna fretta nel decidere la formazione, compresa la scelta del difensore di centro sinistra.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy