Il Gazzettino: Colantuono, tecnico a rischio

Il Gazzettino: Colantuono, tecnico a rischio

Il Gazzettino dedica l’apertura a Stefano Colantuono che potrebbe essere rinviato a giudizio per il calcioscommesse: Stefano Colantuono si è sempre dichiarato estraneo all’inchiesta. Lo ha fatto, prendendo spontaneamente la parola, anche durante la presentazione ufficiale allo stadio Friuli. Lo ha ribadito sempre, interpellato o meno sull’argomento. Ma il suo nome, nella lista del pm Roberto di Martino, titolare dell’inchiesta sul calcioscommesse in corso a Cremona (l’indagine iniziò nel 2011), c’è ancora, e non è escluso – notizia delle ultime ore – che il tecnico dell’Udinese possa andare incontro ad un rinvio a giudizio. L’accusa? Frode sportiva, relativa alla partita Crotone-Atalanta (2-2) del 2011.
(…) Il timore, nel caso di un rinvio a giudizio, è quello che Stefano Colantuono possa incorrere in una pesante squalifica. Il campo, ovviamente, è quello delle ipotesi, ma il paragone con una vicenda di portata minore non è confortante. Nel 2012, infatti, l’allora allenatore della Juventus, Antonio Conte (anch’egli coinvolto nell’indagine attuale), fu squalificato per dieci mesi (poi ridotti a quattro) dalla Commissione Disciplinare della Federcalcio. Si trattava, allora, di omessa denuncia, violazione di minore gravità rispetto alla frode sportiva, che potrebbe costare, in sede di giustizia sportiva, anche sanzioni superiori all’anno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy