Il Gazzettino: Le sirene dell’Empoli cantano per Di Natale

Il Gazzettino: Le sirene dell’Empoli cantano per Di Natale

Apertura de Il Gazzettino dedicata a Di Natale e a un possibile, clamoroso, intreccio di mercato.

Il regno di Totò non è più solido e il Re del Gol potrebbe anche decidere di abdicare. Di Natale deve fare i conti con la carta d’identità, avverte l’usura del tempo per cui è meno rapido, meno brillante e ciò spiega perché sinora abbia segnato una sola rete, record negativo per lui da quando sta calcando i campi della serie A (2002). La sola, cristallina classe non può più bastare per consentirgli di rimanere in auge. (…) 
EMPOLI – Ha fatto notizia anche la sua rinuncia alla trasferta di Napoli (la quinta negli ultimi sei anni), ufficialmente per un infortunio che sembra più che mai diplomatico, ma fa ancor più clamore la difficoltà con cui vede la porta avversaria. Tanto che parte dei tifosi per i quali sino a poco tempo fa era un idolo, lo criticano fino ad arrivare a contestarlo. Non è più il Re del Gol che per nove anni di seguito ha concluso la stagione in doppia cifra. Ma rimane pur sempre un’icona, un personaggio, un giocatore che in qualsiasi frangente può inventarti la giocata vincente. Il presidente dell’Empoli Fabrizio Corsi, suo amico fraterno e con cui si sente sovente, poco tempo fa gli ha fatto capire che per lui le porte della squadra sono sempre spalancate e sarebbe più che felice se alla riapertura delle liste accettasse di potenziare l’attacco dei toscani, facendo da chioccia ai boy di Giampaolo. Va anche detto che per Totò chiudere anzitempo il suo rapporto con l’Udinese non sarebbe un problema: con il patron Pozzo ha un rapporto simile a quello tra padre e figlio e l’azionista di riferimento sarebbe disponibile a liberarlo a gennaio, come anche ad allungargli il contratto a tutto il 30 giugno 2017. La decisione spetta al giocatore. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy