Il Gazzettino: L’ira di Cola, «Non accetto lezioni di vita dai ceceni»

Il Gazzettino: L’ira di Cola, «Non accetto lezioni di vita dai ceceni»

Le parole di Colantuono alla vigilia di Genoa-Udinese, con attenzione alla polemica per l’amichevole annullata giovedì scorso col Grozny

Commenta per primo!

Apertura sortiva de Il gazzettino con l’ira di Colantuono verso i ceceni dopo la polemica per l’amichevole annullata.

È il momento più difficile. Ma Colantuono, che rischia di l’esonero in caso di sconfitta, si sforza di evidenziare che la sfida contro il Genoa «è come come tante altre, di certo non decisiva». Quindi? «Non capisco – prosegue – perché si cerchi di caricarla eccessivamente. Se dovessimo farla nostra saremmo salvi? Sicuramente no».
Poi il Cola si toglie un sassolino dalla scarpa su quanto è successo in settimana, con l’annullamento dell’amichevole con il Grozny. «Dobbiamo solamente chiedere loro scusa – sbotta -. Ma le lezioni di stile e comportamento dai ceceni non le accetto. Abbiamo avuto un contrattempo: lunedì avevo solo tre superstiti per comporre la difesa. Giocando contro il Terek avrei corso il rischio di perderne un altro e ora voi (giornalisti, ndr) puntereste il dito sul sottoscritto. Per questo ho ritenuto opportuno far chiedere loro se la partita potesse essere posticipata. Probabilmente saremmo anche andati in Cecenia, una volta conquistata la salvezza. Invece no. Avrei compreso quella reazione se fossero arrivati dall’estero, ma erano in ritiro a Lignano».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy