Il Gazzettino: Lodi, il regista della salvezza

Il Gazzettino: Lodi, il regista della salvezza

Commenta per primo!

Apertura de Il Gazzettino con l’arrivo di Lodi in evidenza.

Lodi, pensaci tu. È il napoletano il raggio di sole che s’intravvede sbucare tra le nubi nerastre, addensatesi con i 4 capitomboli consecutivi. Dopo il grave problema di salute di Guilherme, l’infortunio occorso a Merkel (ginocchio destro sfasciato da un’entrata di Wague e stagione finita) e Iturra che non è una prima scelta ma un gregario, Gino Pozzo non poteva rimanere indifferente. Doveva correre ai ripari e ha scelto quanto di meglio c’era sul mercato, tra gli svincolati italiani. Francesco Lodi, 31 anni, di Napoli, è cresciuto nell’Empoli (dove ha coltivato l’amicizia con Di Natale), per poi militare con Vicenza, Frosinone, Catania, Genoa e Parma. Per lui si tratta di un ritorno a Udine, dato che il regista ha indossato la maglia bianconera nel 2009-10 con Pasquale Marino (19 presenze e un gol).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy