Il Gazzettino: Senza coraggio si torna indietro di 20 anni

Il Gazzettino: Senza coraggio si torna indietro di 20 anni

Approfondimento de Il gazzettino senza mezze parole per definire l’Udinese.

L’Udinese non può e non deve snaturarsi. Non può rinunciare all’offesa, non può sperare di resistere sino al 94’al Napoli. Non può e non deve rinunciare all’offesa. Non esistono gare dal risultato scontato. Specie nella serie A oltretutto sempre più costantemente in regresso dal punto di vista della qualità. Il Napoli è forte, ma non è imbattibile. È preferibile cercare di giocarsela e perdere 2 o 3 a 0 piuttosto che rimanere in trincea ed evidenziare solo il cuore. Alla squadra non va trasmessa insicurezza o, è peggio ancora, paura, non si può modificare la sua ventennale mentalità anche se questi sono tempi di magra per le troppe assenze cui deve far fronte Colantuono, su tutti quella di Zapata. A Napoli si è giocato per lo 0-0 affidandosi alla buona sorte più che ad un gioco propositivo. Il solo Thereau non può fare reparto, non è una prima punta, oltretutto di questi tempi è la brutta copia del giocatore ammirato un anno fa. Appare troppo nervoso, la scorsa settimana, poi, nel corso di una seduta di allenamento, aveva faticato a digerire un richiamo di Colantuono. Il quale subito dopo la gara con il Napoli ha affermato che la sosta giunge nel momento meno opportuno. Non siamo d’accordo. Lo stop del torneo serve per ritrovare anche un po’ di serenità e ci sono troppe facce tristi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy