Il Gazzettino: Si punta ai mercati arabi

Il Gazzettino: Si punta ai mercati arabi

Gli sviluppi del marketing verso il mercato asiatico nell’apertura de Il gazzettino:

E se l’ingaggio di Ali Adnan servisse ad aprire la porta d’oriente? In tanti, inutile nascondersi, un mese fa hanno sorriso. Il primo iracheno in serie A finito proprio a Udine, sembrava uno scherzo. Ma dietro all’operazione più chiacchierata del mercato bianconero potrebbe celarsi il cuore di una nuova strategia: si chiama internazionalizzazione, fa rima con crescita e maturazione. L’Udinese ci sta pensando seriamente a sfruttare la sorprendente popolarità di cui gode, in Asia, l’esterno sinistro iracheno appena sbarcato a Udine per far conoscere il marchio bianconero dove il calcio italiano è ancora amato, ma soprattutto dove i dollari non sanno dove metterli. (…)
La strada da seguire, in questo senso, la spiega il presidente bianconero, Franco Soldati: «L’idea di sfruttare l’onda lunga del successo di cui gode Ali Adnan non è male – ammette -. I nuovi mercati sono un’opportunità che l’Udinese non vuole lasciarsi scappare, e nel percorso iniziato con la costruzione del nuovo stadio c’è anche l’espansione del nostro marchio». Prima, però, dovrà parlare il campo: «Aspettiamo Ali Adnan alla prova della serie A, perché il primo anno non sarà facile – è il pronostico di Soldati – ma se dovesse esprimersi bene diventerebbe un veicolo eccezionale per i nuovi orizzonti del calcio». Tradotto? Una potenziale macchina da soldi. Questo il programma: si inizierebbe, già dalla prossima stagione, con le prime amichevoli in Medio Oriente (si ricordi l’amore degli emiri per Di Natale), per poi pensare (ma si può fare anche prima) alla traduzione del sito e dei comunicati ufficiali in lingua araba, cosa che i fan di Adnan (ormai più di 100 mila) chiedono da tempo. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy