Il Gazzettino: Zoff, «Scommetto sull’Udinese e Di Natale»

Il Gazzettino: Zoff, «Scommetto sull’Udinese e Di Natale»

Il mitico Dino Zoff fa le carte a Udinese-Juve in scala domenica al Friuli

Commenta per primo!

Dino Zoff ha commentato per il Gazzettino la partita tra le sue de squadra, quella per cui tifa da bambino e quella dove si p consacrato, Udinese e Juve.

– Zoff, domenica c’è la sfida più sentita. Molti, però, la considerano una gara già scritta. Hanno ragione?
«Assolutamente no. Non fatevi fregare da chi pensa di sapere già come finisce una partita. Udinese-Juventus non sarà affatto scontata. Ho visto la squadra di Stefano Colantuono, più di una volta e anche recentemente. È in grado di fare belle cose, soprattutto quando dimostra di esserci con la testa. Poi alle volte scivola, ma domenica non sarà così. Farà una grande partita».

– E per l’Udinese risulterebbe anche uno scivolone opportuno. Da friulano diciamo che un po’ ci spera?
«Sono combattuto, perché a Torino ho vissuto gli anni più belli della mia vita. Ma avete ragione, sono un friulano e per questa volta la Juventus può anche lasciare qualcosa sul campo. Immaginate la soddisfazione di una vittoria nel nuovo stadio».

– Appunto, lo stadio, un progetto terminato che l’Udinese condivide proprio con la Juve.
«I Pozzo hanno guardato lontano e stanno facendo cose straordinarie. Grazie allo stadio ci sarà una crescita, ne sono sicuro. Già da quest’anno. Non credo che l’Udinese lotti solo per salvarsi. Colantuono è il tecnico giusto per questo tipo di rosa e mi aspetto qualche sorpresa: secondo me l’Udinese farà un grande girone di ritorno».

– Sarebbe bello, poi, salutare il nuovo stadio con un gol di Di Natale, vero?
«È un sogno anche mio, vorrei che Totò segnasse proprio domenica. Ma rischia di non bastare: servirà la partita perfetta da parte di tutt
i».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy