Inter, novanta minuti per sperare

Inter, novanta minuti per sperare

Borja Valero sarà nella sfida contro i friulani l’uomo deputato a gestire il centrocampo

di Redazione

Novanta minuti cruciali. In casa bianconera per allontanare lo spettro della retrocessione, all’Inter per sperare di poter staccare il biglietto per la Champions e scongiurare lo spauracchio Udinese che nella gara di andata diede il via alla crisi spallettiana, con in più qualche grattacapo di formazione per l’indisponibilità di Vecino e D’Ambrosio, entrambi squalificati. Borja Valero sarà nella sfida contro i friulani  l’uomo deputato a prendere per mano il centrocampo. Come si legge sul Quotidiano Sportivo, infatti: “L’infortunio di Gagliardini e la squalifica di Vecino rilanciano le quotazioni di Borja Valero in casa nerazzurra alle porte di un fondamentale incrocio con l’Udinese. Lo spagnolo è diventato la scelta obbligata: al fianco di Brozovic, oggi, può giocare soltanto lui. Contro l’Udinese si partirà da 0-0 e da 11 contro 11, con presupposti differenti, in cui le capacità da ragionatore di Borja Valero potranno essere più utili, anche se sia Gagliardini che Vecino vanno ritenuti più complementari a Brozovic. E’ una gara cruciale, in cui servirà esperienza per non farsi prendere dalla foga, e quella all’iberico non manca. Ne ha a sufficienza anche per capire che probabilmente in casa nerazzurra, soprattutto in relazione alla seconda parte di stagione, si sarebbero aspettati qualcosa in più a livello di rendimento”.

L’ex Bambino d’oro Santon con ogni probabilità partirà da titolare e proprio colui che è stato indicato come il protagonista in negativo di Inter-Juventus avrà il difficile compito di portare a casa, assieme ai sui compagni, l’unico risultato possibile per continuare a sperare in casa nerazzurra, ossia la vittoria.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy