Messaggero Veneto: Bonato, “Stiamo capendo cosa abbiamo in casa”

Messaggero Veneto: Bonato, “Stiamo capendo cosa abbiamo in casa”

Per Badu, Fernandes e Widmer non abbiamo ricevuto offerte all’altezza; a tutti gli effetti sono nostri giocatori

Commenta per primo!

Apertura del Messaggero Veneto con le parole del ds Bonato.

«Abbiamo deciso di disputare subito amichevoli impegnativa proprio per permettere a chi è appena arrivato, cioè il sottoscritto e il mister, di valutare bene il materiale che c’è a disposizione. Un calo nella seconda gara era da mettere in preventivo e poi va considerato che gli undici scesi in campo con l’Union Berlino giocavano assieme per la prima volta. Questo non significa, però, che non teniamo in considerazione le cifre. Negli ultimi tre anni l’Udinese ha subito 57, 56 e 60 gol. Dovremo essere bravi a capire se per abbassare questi numeri basterà il lavoro o servirà altro».
Anche a centrocampo manca qualcosa, non trova? «Fino al 3 agosto penseremo alle valutazioni, poi tireremo le somme e ci regoleremo di conseguenza. L’importante è che il gruppo sia animato dalla voglia di costruire qualcosa». Angella nella difesa a tre non è più adatto a fare il centrale? «Il ragazzo ha una struttura fisica che lo penalizza più di altri in fase di preparazione. Quando starà bene potrà fare tutti i ruoli».
Qual è la situazione di Badu, Widmer e Bruno Fernandes? Erano dati per partenti e sono ancora qui. «Semplice: non sono arrivate le offerte che la società ritiene congrue al loro valore. A tutti gli effetti sono nostri giocatori».
Veniamo alle note positive: Kone sembra un altro. «Nella mia esperienza personale ne ho visti tanti di giocatori che si sono ritrovati all’improvviso. Ben vengano questi recuperi di patrimoni che sembravano essersi persi per strada».
Lei il giorni della sua presentazione parlò di senso di appartenenza. Ma come lo si trasmette quando in rosa ci sono solo tre italiani? «Il senso di appartenenza possono trasmetterlo anche quei giocatori stranieri che sono da tempo a Udine. Mi riferisco ai vari Danilo, Karnezis, Felipe, Badu e Thereau».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy