Messaggero Veneto: C’è abbondanza ma Delneri ha pochi dubbi

Messaggero Veneto: C’è abbondanza ma Delneri ha pochi dubbi

L’unico indisponibile è l’attaccante brasiliano Ewandro Un solo ballottaggio in mezzo: Badu favorito su Jankto

Commenta per primo!

Approfondimento del Messaggero Veneto con la situazione in casa Udinese.

Ha di che sfregarsi le mani Gigi Delneri alla vigilia della sfida col Napoli, perché né lui e né il suo predecessore, Beppe Iachini, erano mai arrivati alla soglia di una partita avendo così tanta disponibilità in organico. Domani, infatti, l’unico assente costretto alla tribuna sarà Ewandro, avviato al recupero per fine gennaio dopo la frattura del quinto metatarso riportata a Sassuolo, il che vuol dire che nelle ultime due settimane l’Udinese è riuscita a passare indenne da due incroci pericolosi. Il primo era legato al rischio infortuni dei nazionali, come era successo a ottobre, con Badu rientrato pure in ritardo con la gastroenterite. Questa volta, invece, tutto è filato liscio, con gli ultimi rientri di Adnan e Penaranda certificati ieri in sede di allenamento. Il secondo incrocio delicato era invece legato ai recuperi per nulla scontati di Hallfredsson e Jankto, a cui si è aggiunto il problema alla caviglia di Kums e qualche sovraaffaticamento qua e là, leggi Heurtuax e Thereau. Bilancino e mestiere. Disponibilità per un allenatore significa automaticamente possibilità di scelta, ma Delneri è anche troppo scafato per non aggiungere altre considerazioni funzionali al suo lavoro, approfondendo le valutazioni incrociando lo stato di forma di chi è a disposizione. Un lavoro col bilancino da farmacista dunque, o meglio, da buon allenatore che deve fidarsi più del colpo d’occhio da esperto più che del mero dato statistico fornito dal gps. Quel mestiere, per dirla tutta, che era mancato a Iachini quando schierò Badu contro la Lazio, preferendolo a Fofana, nonostante il ghanese non si fosse allenato in gruppo da giorni, mentre il francese stava bene. Ballottaggio e staffette. Errori di valutazione che Delneri deve aggirare tenendo ben presente la strategia per affrontare il Napoli. Strategia, dunque, che di per sé include la tattica e quindi la possibilità di programmare ritmi e sforzi degli atleti. Facendo buono il presupposto di una sfida basata sull’intensità e la determinazione in fase di riconquista palla, volendo tenere la squadra bella compatta tra i reparti, il dubbio di formazione è in mediana, dove oltre al recuperato Kums e all’intoccabile, ormai, Fofana, il posto se lo giocano Badu e Jankto. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy