Messaggero Veneto: centrocampo nel mirino

Messaggero Veneto: centrocampo nel mirino

Il punto della situazione in casa Udinese per il Messaggero Veneto:

La difesa balla (dal Bastia al Granada, passando per la Spal), l’attacco ha prodotto poco o nulla nelle ultime due uscite, ma il vero nodo da sciogliere in casa Udinese è l’assetto del centrocampo. Insomma, con serve una supercorso a Coverciano per capire che la copertura della mediana è fondamentale per dare solidità alla fase difensiva, così come ci vogliono le idee e gli inserimenti dalla retrovie per aiutare le punte. Per questo Colantuono, non certo un pivello della panchina, sta valutando attentamente una svolta tattica per cercare alimentare le sicurezze bianconere.

(…) Dal punto di vista tattico, tuttavia, ora il tecnico di Anzio trova tra le mani una creatura che è una sorta di Cubo di Rubik. In particolare al centro, là dove gli stessi tifosi bianconeri hanno dovuto usare la fantasia e praticamente tutti i nomi della rosa per far quadrare in conti. Sulla carta. Il campo è una gran brutta bestia: a volte dà delle risposte che non ti aspetti. Manca un benedetto centrale capace di dettare i ritmi se Iturra si dimostrerà “leggerino” come con Bastia e Granada. Guilherme è ancora senza ruolo. Kone un pese fuor d’acqua nel centrocampo a cinque, mentre il miglior di quest’estate, Bruno Fernandes, verrebbe sacrificato a vantaggio del solito “chiassoso” Badu nel caso di una mediana a quattro. Sissignori, è il centrocampo il nodo di questa Udinese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy